steve jobs

Steven Paul Jobs è stato un imprenditore americano, inventore, co-fondatore, amministratore delegato e presidente dell’Apple Computer. Egli riusci ben presto a rivoluzionare il mondo della tecnologia moderna con i suoi prodotti: iPod, iPhone e iPad.

Nasce il 24 febbraio 1955 a San Francisco, in California, da due giovani studenti universitari, Joanne Carole Schieble, svizzera, e Abdulfattah “John” Jandali, siriano, i quali temendo di non potergli offrire un futuro dignitoso decidono di darlo subito in adozione. Steve viene cosi adottato da Paul, meccanico per auto e da Clara, contabile. All’età di cinque anni si trasferisce con la famiglia a Mountain View, nella contea di Santa Clara, in California, dove cresce e li frequenta le scuole.

Fin da piccolo mostra il suo interesse per l’elettronica, infatti assieme al padre nel garage di casa trascorre molto tempo a smontare e rimontare radio e televisori.

Nel 1972 si diploma all’istituto Homestead di Cupertino, e si iscrive al Reed College di Portland, Oregon, ma trova quei corsi poco interessanti e la vita del college tropo costosa per la famiglia. Decide cosi dopo sei mesi di abbandonare e seguire solo il corso di calligrafia, imparando tutte quelle conoscenze di scrittura, lettere, caratteri, che in seguito gli sarebbero stati molto utili. Tornato in California inizia a lavorare in Atari come produttore di videogames. Si interessa anche di filosofia e raccolti i soldi sufficienti lascia il lavoro per intraprendere un viaggio in India, per trovare “l’illuminazione”, studiando le religioni orientali.

steve jobs bill gates
Steve Jobs e Bill Gates By Joi Ito from Inbamura, Japan (Steve Jobs and Bill Gates on Flickr) [CC BY 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons

Steve Jobs e Steve Woznizk fondano la Apple Computer

Al ritorno dal viaggio riprende il sui lavoro in Atari, e assieme al suo ex compagno di liceo, Steve Woznizk, il quale sta già costruendo un piccolo computer, decidono di mettersi in proprio, e nel 1976 fondano la Apple Computer. Per finanziare il loro progetto Jobs vende il suo furgone Volkswagen e  il suo calcolatore scientifico a Wozniak; iniziano cosi nel garage dei genitori di Jobs a costruire il loro primo computer, Apple I, il cui logo è la mela morsicata –scopri le origini del logo Apple nel nostro approfondimento su Alan Turing-. Si tratta di un computer formato da pochi componenti ma con caratteristiche innovative per il periodo, e dal costo economico, riescono a venderne circa 200.

L’azienda cresce rapidamente con l’arrivo sul mercato nel 1977 di Apple II, che ottiene un grande successo. Nel 1980 Apple viene quotata in Borsa e solo dopo pochi giorni vale circa 256 milioni di dollari. I due successivi personal computer di Apple, Apple III e Lisa, non riscuotono molto successo a causa di problemi tecnici e di marketing. Nel 1984 Apple lancia il Macintosh dotato di un nuovo sistema operativo a interfaccia grafica, con icone, finestre, menù a tendina, e controllato oltre che con la tastiera, da un piccolo apparecchio, detto mouse, ma nonostante ciò non si ottengono grandi vendite.

Nel 1985 Steve Jobs viene licenziato da Apple e fonda un’altra società di computer, Next, con l’obiettivo di creare una nuova rivoluzione tecnologica, ma non riesce ad ottenere un successo commerciale, in quanto, l’azienda produce ottimi computer ma con costi molto elevati.

Steve Jobs non si arrende e nel 1986 acquista per 10 milioni di dollari, dal regista George Lucas (il regista di Guerre e Stellari), la Pixar, una casa di produzione cinematografica, specializzata in animazione computerizzata. Inizialmente la società produce computer tecnologicamente più avanzati dei concorrenti, ma troppo costosi per cui stenta a decollare. La Pixar si concentra cosi sulla produzione di lungometraggi al computer e nel 1995 esce nelle sale cinematografiche americane

pixar logoToy Story – Il mondo dei giocattoli, primo film di animazione realizzato completamente in computer grafica 3D. Il film ottiene un grande successo, seguito poco dopo da Bug’s Life, distribuito dalla Disney, e poi ancora Alla Ricerca Di Nemo, Monsters Inc., Cars, Wall.E. Nel marzo 1991 con una cerimonia buddhista sposa Laurene Powell, da cui avrà tre figli, Reed, Erin e Eve.

Nel 1997 Apple acquista Next per circa 400 milioni di dollari, e Jobs rientra con il ruolo di amministratore delegato, ma senza stipendio, ricevendo la cifra simbolica di 1 dollaro all’anno, potendo però usufruire di alcuni premi di produzione, tra cui un jet privato da 90 milioni di dollari e circa 30 milioni di dollari in azioni.

La Apple sta attraversando un periodo di crisi finanziaria e necessita di nuove idee, e cosi nel 2001 viene presentato l’iPod, il lettore di musica portatile, molto ben accolto tra i giovani e meno giovani. Un anno dopo viene sviluppata la piattaforma iTunes, dove è possibile ascoltare musica e acquistarla attraverso il servizio online iTunes Music Store, ottenendo ben presto un primato di vendite.

appleNel 2003 scopre di avere un tumore al pancreas, una forma rarissima ma curabile con un intervento, che viene effettuato presso lo Stanford University Medical Center in Palo Alto. A causa di ciò lascia temporaneamente il ruolo di amministratore delegato a Tim Cook, direttore generale di Apple. Nel 2009 a Tennesse, subisce un trapianto di fegato, le sue condizioni di salute sembrano migliorare, e cosi riprende il lavoro.

Nel 2011 l’iPod è il lettore multimediale più venduto al mondo, mentre iTunes rappresenta il mercato digitale più usato al mondo, con una vendita di 10 miliardi di brani venduti.

Nello stesso anno, Jobs, apre il primo negozio Apple Store in Virginia, dedicato esclusivamente alla vendita di prodotti Apple. E’ un grande successo e ben presto ne seguiranno tanti altri, nel 2015 in tutto il mondo i negozi aperti sono 458.

Nel 2007 Apple mette in commercio un altro innovativo prodotto, l’iPhone, uno smartphone multifunzionale e completamente touchscreen, diventato subito un cult. Il giorno in cui viene lanciato ne vengono venduti circa 500 mila, un grande successo che cambia il modo di utilizzare il cellulare.

Nel 2010, in occasione di una conferenza a San Francisco, presenta il primo tablet computer, Apple: l’iPad, visualizzatore di libri, browser web e lettore multimediale.

Nel 2011 dà le dimissioni da amministratore delegato di Apple chiedendo la riconferma come suo successore di Tim Cook.

Alcune settimane dopo, il 5 ottobre 2011, a soli 56 anni, dopo aver lottato per anni contro il cancro, muore a Palo Alto, dove riposa nell’ Alta Mesa Memorial Park, assieme ad altri imprenditori della tecnologia, l’ingegnere Lewis Terman e David Packard, co-fondatore di HP.

Steve Jobs rimane una delle figure più importanti, significative e creative dell’era digitale, uno dei più grandi innovatori degli anni 2000.


Immagine di copertina: Matthew Yohe [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0) or GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html)], via Wikimedia Commons

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here