Home Attualità

Allarme hacker: possibile attacco alle automobili?

1446
hacker automobili

Dopo l’attacco del 25 dicembre alle piattaforme online di PlayStation e Xbox tuttora in difficoltà, gli hacker di Lizard Squad sono tornati a colpire, nel mirino Tor, un sistema di comunicazione anonima per internet disponibile su Pc e Mac, che durante la navigazione nasconde il nostro indirizzo IP, un numero che ci identifica sulla rete, permettendoci così di navigare senza essere rintracciabili.

Ad oggi per le console Microsoft la situazione sembra esser tornata alla normalità, purtroppo non è lo stesso per Sony che sta riscontrando difficoltà con il network di PlayStation 4.

Nonostante non si parli d’altro, secondo Sam Glines, direttore della società di sicurezza Norse, dietro questi attacchi potrebbe non esserci la Corea del Nord:

“Per noi è chiaro che loro non sono inequivocabilmente responsabili dell’attacco.”

Un nuovo allarme arriva dall’Inghilterra, gli esperti in sicurezza informatica hanno avvertito la popolazione che gli hacker potrebbero rubare informazioni personali, estorcere denaro e addirittura prendere il controllo della nostra automobile.

hacker

Edmund King, presidente della AA, la più grande società automobilistica inglese, ha riferito al Times che le auto di oggi sono collegate a Internet costantemente e i criminali informatici potrebbero prendere di mira le nostre vetture. King ha espresso grande preoccupazione auspicando alla possibilità di manomettere l’impianto elettronico, dove viene gestito il sistema di frenata e accelerazione.

Diversi esperimenti hanno dimostrato che è possibile accedere al sistema informatico interno di una automobile, noto come il Controller Area Network (CAN), attraverso una rete wireless o Bluetooth, reperibili su qualsiasi autoradio.

Alcuni ricercatori provenienti da Washington e dalla California hanno dimostrato come sia possibile, una volta collegati al CAN, sbloccare le portiere, aprire il baule, accelerare e frenare, attivare e disattivare i fari, modificare il tachimetro e far sterzare l’automobile.

Naturalmente solo le vetture di ultima generazione sono collegate ad internet e secondo il dailymail i modelli attualmente più a rischio sono i seguenti: Ford Fusion, BMW X3, Audi A8, Dodge Viper, Chrysler 300, Jeep Cherokee, Range Rover Evoque, Toyota Prius, BMW 3 Series, Honda Accord LX 2014, Range Rover Sport 2010.

Il progresso tecnologico avanza senza sosta e porta con sé novità e comodità che negli ultimi decenni hanno rivoluzionato la nostra vita, ma dietro ogni apparecchio tecnologico connesso ad internet si potrebbe nascondere una grave minaccia. Vi consigliamo di tanto in tanto di disconnettere i vostri dispositivi connessi ad internet.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here