Home Serie Tv

Allison Mack; da Smallville all’accusa di traffico sessuale

2339
Allison Mack; da Smalville all'accusa di traffico sessuale

Le favole hanno sempre una fine e, non è detto che finiscano sempre nel migliore dei modi. Talvolta è il destino, spesso è la natura umana. Siamo stati abituati per decenni a godere e sognare attraverso quelle figure iconizzate dalla nostra predisposizione caratteriale ed estetica: si tratta di eroi, supereroi e persone simili a noi; fatti della nostra stessa sostanza, ma resi quasi eterei dalla fascinazione medianica del sofismo soci-culturale anglo-americano, dove tutto è possibile…..

Un vaso di Pandora forse troppo carico di modelli di riferimento, che sembra stia cominciando a vacillare, trascinando le sue onde sismiche anche sul nostro modo di percepire la realtà.

Ne sa qualcosa anche Allison Mack; una delle attrici più amate dal giovane pubblico dei supereroi, in particolare uno: Superman.

Questo perché questa biondina dallo sguardo docile ed etereo, simbolo di quel binomio di purezza e malizia, tipico della classica brava ragazza americana è conosciuta ai più per aver interpretato Chloe Sullivan, nella serie Tv Smallville.

L’amica del giovane Superman è stata recentemente accusata di traffico sessuale, per aver reclutato giovani donne per Keith Raniere, fondatore e capo di una setta, chiamata Nxivm, nata nel 1998 e largamente diffuse fra le star di Hollywood.

All’interno di essa, pare fosse praticata una specie di culto sessuale perverso, nel quale le donne venivano umiliate in occasione di riti pubblici. In particolare le  vittime venivano marchiate a fuoco, costrette a digiunare, per soddisfare le volontà di Raniere, a sua volta molto legato al culto della magrezza, nonché ad avere rapporti sessuali con lui medesimo.

Tutti retroscena che svelano il lato oscuro di una struttura piramidale a carattere filantropico; Nxvim infatti è da sempre attiva nella formazione di corsi e seminari di auto-aiuto ed “Executive Success Programs”, indirizzato a porre le fondamenta filosofiche e pratiche, necessarie ad acquisire le capacità necessarie per ottenere il proprio successo.

Pare che tra i tentativi di reclutamento della Mack, vi fossero anche diverse attrici, tra cui Kelly Clarkson ed Emma Stone, come testimoniano le conversazioni su Twitter avvenute nel 2016.

Sia Allison Mack che Keith Raniere, si sono professati innocenti, mentre l’attrice è stato rilasciata su cauzione, aprendo un nuovo scenario inquietante su quel mondo apparentemente fantastico, dove le persone diventano qualcosa da celebrare e adorare, senza un via d’uscita per la ragione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here