Home Cinema

Batman e Superman, scontro tra supereroi

1641

Sono pronti a rinascere, questa volta per stabilire chi dei due sarà il più forte. Sono intramontabili, capaci di essere uccisi e di risorgere dalla proprie ceneri. Batman e Superman, dopo l’ennesimo ritorno al cinema, si ritroveranno a confronto nel sequel dell’Uomo d’acciaio di Zack Snyder, Batman vs Superman: Dawn of justice, prodotto da Christopher Nolan. Ma oltre a un sequel sarà anche una crossover, un incrocio con una saga parallela, quella del Cavaliere Oscuro, a cui lo stesso Nolan aveva dato nuova linfa vitale.

Nei panni di Superman ci sarà di nuovo Henry Cavill, mentre per Batman è stato scelto Ben Affleck.

Il film uscirà il 26 marzo 2016 ma le perplessità sono già tante. Ai due supereroi, che si troveranno ad affrontare Lex Luthor e Acquaman, si affiancheranno Wonder Woman e Robin, quest’ultimo in un’inedita versione al femminile, già vista nel Ritorno del cavaliere oscuro di Frank Miller. Proprio a questo si rifaceva in parte il terzo film della trilogia di Nolan ed era proprio qui che si scontravano i due supereroi: Batman è sempre al di sopra della legge, al di là del bene e del male, mentre Superman è un eroe al servizio nientemeno che del Presidente degli Stati Uniti.

Ma la perplessità che questa sia un’operazione commerciale bella e buona, ai livelli di Alien vs Predator, c’è tutta. Tanto materiale e tanti personaggi che, in qualche modo, tenteranno di rubare la scena ai due protagonisti, com’era già successo nel Cavaliere Oscuro di Nolan grazie alla memorabile interpretazione del Joker da parte di Heath Ledger. Il rischio è tanto ma lo stesso Christopher Nolan, che di recente ha dato alla luce il suo kolossal sci-fi Interstellar, non vede l’ora di godersi lo scontro tra i due.

Batman e Superman sono diventati due icone della cultura di massa, eppure sono molto diversi, se si esclude la prematura perdita dei genitori. Superman, a differenza non soltanto di Batman ma anche di altri supereroi come Spiderman, è l’unico a nascere come Superman e a utilizzare l’identità di Clark Kent come alter-ego umano al solo scopo di proteggersi. Il suo unico punto debole è la kryptonite, un espediente talmente ovvio da risultare ormai prevedibilissimo. Questo è proprio il grande difetto del personaggio: l’indistruttibilità lo rende inumano al cento per cento e riduce le possibilità di un pericolo concreto. Al contrario, Batman è un giustiziere pieno di contraddizioni, considerato da alcuni un eroe e da altri un nemico. Proprio il suo conflitto interiore, circa il ruolo che gli spetta, rende Bruce Wayne/Batman molto più umano rispetto all’alieno Superman, che nella sua ultima comparsa, nell’Uomo d’acciaio, aveva 33 anni, proprio come Gesù Cristo, e dunque si era rivestito anche di forti connotati religiosi.

Due supereroi agli antipodi che avranno un nutrito numero di fan, capaci di tifare per l’uno o per l’altro proprio come se si trattasse di una squadra di calcio.

La sfida è iniziata ma per vederli scendere sul ring bisognerà aspettare oltre un anno. Una battaglia epocale per una sfida infinita.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here