Home Serie Tv

Living Biblically: vivere secondo la Bibbia

127

Le serie Tv sono il nuovo cinema? Abbiamo avuto modo di ammirare la straordinaria rivoluzione cinematografica nel mondo dei grandi network. Da Lost a Game of Thrones, passando per l’italianissimo Romanzo Criminale, il modo di raccontare attraverso le immagini e le inquadrature ricercate, è ormai protagonista di un nuova nuova rivoluzione dell’immaginario, multiforme ed eterogeneo.

Esiste ancora un mondo  però, che negli anni si è mantenuto stabile; provocatoriamente fittizio, ma sempre molto ricercato. Parliamo della classica sitcom: quella che dagli anni’70 cercava di scalciare lo spirito dissacrante della Stand Up Comedy, per capire che alla fine, tanto valeva sfruttarla fino all’osso.

Da allora sino a oggi il modo di produrre una sitcom non è cambiata: vi è il classico ambiente multicamera; girato in studio in presenza del pubblico che ride, con buona pace di Andy Kaufman, che quelle risate finte le detestava dal profondo. Dopo il successo di serie che hanno dato nuova linfa vitale al genere, come l’eccezionale The Big Bang Theory, 2 Broke Girls e Mom, non c’è stata un’altra idea realmente dirompente.

E proprio nel momento in cui si realizza l’inevitabile  periodo di appannamento di un formato che potrebbe anche diventare definitivo, arriva Living Biblically, e ritorna la speranza che un nuovo fenomeno possa risollevare le sorti della “umana serie”!
Nata da un’idea di Patrick Walsh, e andata in onda sulla CBS, questa nuova serie, tratta dal libro di A.J. Jacobs, racconta la storia di Chip, interpretato da Jay R. Ferguson (Twin Peaks, American Crime Story, per citarne alcuni), un giornalista e anche un uomo qualunque che, dopo la morte del suo migliore amico, decide di provare a vivere i mesi, che precedono la nascita del futuro figlio, secondo i dettami più stretti della Bibbia.

Visita http://www.serialminds.com/2018/02/28/living-biblically-recensione-serie-tv-episodi/

Quello di cui s’interroga risponde a un dilemma preciso: “quali sarebbero le 10 cose assurde che dovremmo fare se vivessimo seguendo la Bibbia alla lettera?

Un’idea bizzarra che si scontra con una realtà che ovviamente non appartiene alle sacre scritture, ma quando la sua impresa viene notata dalla sua capa alla rivista per cui scrive, di colpo egli diventa un simbolo le cui gesta vengono documentate quotidianamente, attirando un pubblico sempre più numeroso.

La serie, prodotta anche da Johnny Galecki (il Leonard di The Big Bang Theory), funziona perché ricalca in maniera sottile;”Un impresa da Dio”. Qui però entra in gioco il consapevole impatto con qualcosa di assurdo: vestirsi sempre usando un solo tipo di stoffa alla volta, oppure tirare sassi ai fedifraghi.

Un’idea azzeccata, che strizza l’occhio alla storia, senza essere banale, né pretestuosamente originale, ma solo follemente possibile.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here