Home Serie Tv

Chance: la serie che segna il ritorno di Hugh Laurie, oltre il Dr House

229
hugh laurie chance

Hugh Laurie è tornato. Il grande attore e musicista inglese, entrato nell’immaginario comune nel celebre ruolo del Dr House, ritorna sugli schermi con “Chance“; una nuova serie che manifesta già molte similitudini con le avventure del medico cinico, tormentato e al tempo stesso geniale e romantico, che si caratterizzò come un grande successo per la rete Fox.

Tratto dal romanzo omonimo di Kem Nunn, per la cui serie, è anche sceneggiatore, Chance si muove su un filo continuo di narrazione e colpi di scena, che caratterizzano le vicende del suo protagonista: Eldon Chance; uno psichiatra forense. Il personaggio mantiene con il suo alterego medico da prima linea, se così si può dire, una similitudine caratteriale, prima che professionale basata anche qui, sull’assoluta non convenzionalità dei rapporti umani.

Non vediamo il classico psichiatra, che è stato sempre rappresentato nel nostro immaginario freudiano; non c’è nessun gentiluomo con la pipa in bocca e il taccuino in mano, ad ascoltare il paziente seduto sul lettino, a raccontare la sua infanzia.

Non c’è per due ragioni: il primo è che egli è un consulente delle autorità, un esperto che collabora con la polizia e i giudici a tracciare il profilo di un possibile serial killer.

Il secondo è che il suo modus operandi, lo caratterizza come un outsider della scienza, che con i casi che affronta vuole costruire un rapporto personale e profondo, salvo poi lasciarli andare, quando la sua missione può davvero definirsi conclusa.

Un approccio che ha origine dalla storia personale di Chance: un divorzio, una figlia adolescente che non vede mai e un passato che ritorna, con i problemi anche mentali che hanno rischiato di compromettere la sua carriera e che in qualche modo ricalcano gli incubi reali del passato di House, comportandone quello che era il suo rapporto con la vita, le droghe e l’incapacità assoluta di affrontare il dolore, direttamente in faccia.

Ma il fascino del personaggio dipende in gran parte dal suo passato oscuro, secondo l’ipotesi narrativa, che viene definito “Ferita inconscia“.

Questo e molte altre peculiarità fanno di Chance una serie molto sui generis, lontana dalle caratteristiche della tv generalista, che vuol sempre la risoluzione di un caso.

Il rapporto tra drama e thriller fa di Chance un progetto oltre il classico medical fiction, come già era avvenuto per Dr House, perché si costruisce attorno alla discesa agli inferi del povero Eldon, che non riesce a tenere un equilibrio fra la ricerca di una vita serena e lontana da problemi economici familiari, e le vicende  oscure in cui ritrova coinvolto e da cui non riesce a uscire, ma che affronta con uno spirito carismatico e coinvolgente, di cui forse egli stesso non è consapevole, muovendo verso quello che è un altro, misterioso e quotidiano vissuto di storia americana.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here