CONDIVIDI

Christian_Bale_Premiere_of_Public_Enemies_-_Los_Angeles_2009
Asim Bharwani [CC-BY-2.0], via Wikimedia Commons
Sembravano essere terminate le ricerche del volto che si sarebbe prestato a ricoprire la parte di Steve  Jobs, ma qualcosa è cambiato. Christian Bale, contattato da Aaron Sorkin per interpreatore il ruolo del famosissimo amminisratore e fondatore dell’azienza Apple, ha già lasciato il cast della pellicola prodotta da Sony.

L’attore, dopo aver letto lo script e fatto tutte le dovute considerazioni, ha deciso di rifiutare la parte e abbandonare il progetto, affermando di non sentirsi la persona adatta a ricoprire il ruolo di Jobs. In passato Sorkin  aveva contattato anche Leonardo DiCaprio proponendogli lo stesso ruolo, ma anche lui aveva rifiutato la parte.

C’è chi invece ha accettato di recitare sul set senza pensarci due volte; è il caso di Seth Rogen (Donnie Darko, 40 anni vergine, 50/50), che è si unito al cast per interpretare il ruolo di Steve Wozniak, co-fondatore della Apple. Il vero Wozniak sarà inoltre presente sul set per contribuire allo sviluppo della pellicola. L’obiettivo della Sony è quello di creare un prodotto totalmente differente da jOBS, il primo film dedicato a Steve Jobs, che non aveva raccolto esattamente molti consensi.

La pellicola, al momento senza titolo, è totalmente basata sulla biografia scritta da Walter Isaacson, uscita nelle librerie poco dopo la morte di Steve Jobs, in cui viene raccontata la sua passione per tutto ciò che è elettronico. Steve, che aveva partecipato alla stesura del libro, non aveva dato alcuna limitazione allo scrittore, non volendo leggere quanto scritto e dicendo ad amici e familiari di raccontare qualsiasi cosa loro si sentissero di raccontare. Un libro totalmente ispirato su un genio che il destino ci ha tolto troppo presto.