Home Attualità

Ciao Giorgio Napolitano: le dimissioni del Presidente

1684
dimesso giorgio napolitano

Giorgio Napolitano si è dimesso. Un’ora fa ha consegnato a Donato Marra, il segretario generale, le tre lettere che informano ufficialmente Camera, Senato e il Palazzo Chigi della sua decisione di lasciare il posto di Presidente della Repubblica.

Sebbene aveva già annunciato lo scorso dicembre la sua intenzione di rinunciare al Quirinale prima della fine del suo secondo mandato, solamente oggi quell’intenzione si è confermata. Dal momento in cui ha consegnato quelle lettere, difatti, non potrà più avere ripensamenti o decidere di rimanere in carica.

Da oggi, inoltre, si apre anche la strada per l’elezione di un nuovo Capo dello Stato, su cui ci sono numerosissimi nomi ma ben poche certezze. La mente porta tutti a quanto successo due anni fa, quando il Partito Democratico, guidato da Pierluigi Bersani, aveva proposto il nome di Romano Prodi come possibile nuovo Presidente. E lo poteva anche diventare in quanto i numeri c’erano, se quella via non fosse stata bloccata da centuno franchi tiratori, che di fatto portarono in stallo la scelta del nuovo occupante del Quirinale. Ora la paura è che quella storia si ripeta, ma Renzi è abbastanza sicuro che non accadrà, avendo una lista di nomi sulla quale i suoi uomini voteranno senza problemi, evitando così tradimenti all’interno della cabina elettorale. Nel frattempo, la moglie di Napolitano, la signora Clio, ha già preparato a Rione Monti la sua vecchia abitazione, dove la coppia passerà la loro vita. La carriera politica di Giorgio Napolitano non è però finita: in quanto ex Presidente della Repubblica, ha diritto infatti a un posto come Senatore a vita, oltre a un suo studio privato a Palazzo Giustiniani.

By © Ralf Roletschek - Fahrradtechnik und Fotografie (Own work) [GFDL or CC BY 3.0], via Wikimedia Commons
By © Ralf Roletschek – Fahrradtechnik und Fotografie (Own work) [GFDL or CC BY 3.0], via Wikimedia Commons
C’è grande agitazione anche nel suo quartiere, in cui gli abitanti e futuri vicini di Napolitano stanno organizzando una grande festa di bentornato, che sarà celebrata sabato in piazza Madonna dei Monti.

Ultimi minuti, quindi, al Quirinale per Giorgio Napolitano, primo presidente eletto due volte al Colle. Alcune fonti avevano informato i giornali che la signora Clio già per due volte prima di questi ultimi giorni aveva iniziato a impacchettare tutte le loro cose, per trasportale nella sua vecchia abitazione. Questa, invece, è la volta decisiva, che segna la fine della sua Presidenza. Quando Napolitano se ne sarà andato, la bandiera al Quirinale sarà portata a mezz’asta, per tornare a sventolare quando il nuovo Presidente entrerà nella sede. Nel frattempo, la sede vacante sarà occupata da Pietro Grasso, in quanto Presidente del Senato e di conseguenza terza carica più alta dello Stato.

Da giorni i partiti sono in piena fibrillazione, ambasciatori girano tutte le forze politiche per concordare un nome. Ma da fine gennaio, la partita sarà aperta.

di Alessandro Bovo

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here