Home Cronaca

Corpi carbonizzati a Caivano: i killer sono due donne

168

Continuano le indagini dei carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna per ricostruire la dinamica del duplice omicidio di Caivano (NA) e individuarne i responsabili. I due corpi carbonizzati, ritrovati lunedì 17 febbraio all’interno di una Fiat Punto, sarebbero stati identificati e apparterebbero a due boss del clan Cennamo di Crispano, Aniello Ambrosio e Vincenzo Montino.

Le telecamere di videosorveglianza, collocate in via Palmieri a Caivano, avrebbero registrato alcuni momenti immediatamente successivi all’omicidio e mostrerebbero due ombre che scendono dall’automobile, la incendiano e poi si allontanano dal luogo del delitto. Secondo le analisi dei carabinieri, le due sagome apparterebbero a due donne non ancora identificate.

Probabilmente le due killer hanno teso una trappola ai due pregiudicati, appartandosi con loro in una stradina di campagna. Una volta giunti in una zona poco frequentata, li hanno uccisi colpendoli con un’arma da fuoco. Poi, dopo essere scese dall’automobile, rubata qualche giorno prima ad Aversa, in provincia di Caserta, hanno dato fuoco al veicolo e si sono subito allontanate, facendo perdere le loro tracce. Per gli inquirenti non c’è alcun dubbio che si sia trattato di un regolamento di conti di stampo camorristico.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here