Home Tech

Digital Concert Hall: La Berliner Philarmoniker a portata di click

23

La musica classica, ovvero quel mondo che da sempre viene etichettato con il termine “musica colta”, entra ufficialmente nell’era digitale, allargando i suoi confini verso i territori dell’ascolto generalizzato e delle nuove piattaforme interattive.

Questo e tanto altro, può essere tradotto con tre semplici parole: Digital Concert Hall; la sala da concerto virtuale, finalizzata all’ascolto di musica classica che svela i retroscena della Berliner Philarmoniker, grazie ad una collaborazione con Panasonic, sfruttando la tecnologia 4K.

E’ proprio la prestigiosa orchestra sinfonica, tra le più importanti al mondo, a sperimentare la nuova avanguardia digitale, per rivoluzionare l’ascolto della musica sinfonica, con l’intento di avvicinare virtualmente e fisicamente un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo.
Pianoforte, Ottoni, cordofoni, legni e percussioni; tutto ciò che rappresenta un moderno complesso orchestrale, diventa uno strumento alla portata di tutti, capace di acquisire quello che per molto tempo è stato un tabù, all’interno della cultura elitaria; ossia l’interattività.

Il servizio permette, tramite un’apposita App, sul proprio smartphone, di fruire dei contenuti; dei programmi concertistici, e persino qualche assaggio di prove generali e di esecuzioni pubbliche di una delle più rinomate orchestre della storia della musica del XX° secolo.

Il vantaggio di questo sistema sta nelle potenzialità di utilizzare le nuove tecnologie di registrazione digitali, che hanno coinvolto sempre più il mondo analogico, senza minare la profondità e il calore del suono, ma garantendo una qualità d’ascolto ancora più intima, capace di immergere l’appassionato o il neofita, nella dimensione di una vera esibizione dal vivo.

C’è chi è andato oltre, riuscendo a veicolare la tecnologia digitale per dare un approccio più moderno e interattivo tra l’ascolto e l’universo orchestrale.

Il Digital Concert Hall, garantisce quindi un’anteprima alla spettacolo dal vivo, dal punto di vista completo della performance e favorendo l’accesso a eventuali abbonamenti,  con libero accesso a tutto il repertorio e ai concerti live, con prezzi modici che partono da 14,90 € al mese.

Chissà cosa direbbero alcuni tra i più sensibili compositori e orchestrato del XX° secolo, come Ravel e Shostakovich, la cui meticolosità nell’esecuzione, comportava motivi di sofferenza anche fisica, di fronte a questa rivoluzione!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here