Home Salute

Dipendenza da smartphone: un problema reale

1569
dipendenza_internet

Esiste davvero la dipendenza da smartphone? Secondo alcuni studi sì, e sarebbe un problema sempre più diffuso, soprattutto tra le nuove generazioni. L’ultima ricerca su questo tema è stata condotta presso la University of Missouri e ha previsto lo svolgimento di un esperimento che ha coinvolto un campione di utilizzatori di iPhone. Tutte le persone coinvolte nello studio sono state invitate a svolgere dei test e a risolvere dei quesiti in due condizioni differenti: nella prima situazione, potevano utilizzare il loro smartphone, rispondendo alle chiamate e agli sms che ricevevano, mentre nella seconda situazione non potevano utilizzare i loro smartphone e comunicare tramite essi.

I risultati dell’esperimento, successivamente pubblicati sulla rivista scientifica Journal of Computer-Mediated Communication, hanno dimostrato l’esistenza di una dipendenza da smartphone: l’ansia e l’aumento della pressione sanguigna che si sono manifestati nei partecipanti nel momento in cui venivano privati della possibilità di utilizzare l’iPhone ha fatto pensare a vere e proprie crisi d’astinenza. Anche la concentrazione nell’esecuzione dei test era nettamente minore, tanto da influire sugli esiti finali.

Immagine: Pixabay
Immagine: Pixabay

Questo ha portato i ricercatori a dedurre che la separazione dall’iPhone possa influenzare le prestazioni nei compiti mentali, rendendole meno efficienti, e possa portare a una “diminuzione del nostro sé e uno stato fisiologico negativo“, tanto da far pensare all’esistenza reale di una forma di dipendenza da smartphone.

Ma come fare per capire se si è schiavi dall’iPhone e darsi un limite? Semplice: con un’app. Sembra paradossale, ma esiste un’applicazione che calcola quanto tempo al giorno spendiamo ad utilizzare il nostro apparecchio e che, se lo usiamo troppo, ci manda un messaggio d’avviso e ci invita a a darci una regolata. Il suo nome è Moment e, escludendo i casi più gravi di dipendenza da smartphone, potrebbe rivelarsi efficace per prevenire il problema ed evitare di farsi dominare dalla tecnologia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here