Home Anime

Dragon Ball Super – polemiche per il doppiaggio americano

2157
Dragon Ball super doppiaggio
Fonte: Youtube

Ah il doppiaggio, gioie e dolore. Da sempre le “voci” hanno fatto capolino tra polemiche e critiche, sia per le ovvie influenze di “interpretazione” sui personaggi ma anche per le frequenti difficoltà linguistiche dovute a traduzioni zoppicanti.

Un ultimo esempio ci viene dalla versione americana di Dragon Ball Super. In terra statunitense la serie anime è da poco entrata nella saga di Black Goku, in cui il protagonista viaggia nuovamente fino al futuro di Mirai Trunks insieme al vecchio sodale Vegeta.

Qui i nostri eroi trovano un mondo in rovina, devastato dalla furia di una versione malvagia del guerriero sayan nota come Black Goku.

Nella prima parte della storia i tre si recano nelle fogne di West City, dove hanno trovato rifugio gli ultimi superstiti dell’umanità. La somiglianza del Nostro Eroe con il villain suscita ovviamente panico tra i profughi, e uno di questi punta contro il nostro eroe un’arma da fuoco, venendo poi bloccato dal giovane Trunks al grido di “Hold your fire! This man isn’t Black!”.

Ecco lo “scandalo”, proprio nella letterale traduzione del dialogo, ossia “Non sparare! Quest’uomo non è Black!”. Black in lingua inglese è immediatamente traducibile come nero, anche nella sua accezione etnica, e quindi “colpevole” di dare al citato scambio di battute un significato razziale.

Un’evenienza che ha suscitato un certo risentimento tra gli appassionati a Stelle e Strisce, alla luce del delicato momento storico attraversato dal Paese e dei numerosi episodi di cronaca nera che hanno visto vittime cittadini americani di colore.

Una polemica con fondamento o un pretestuoso scandalo senza troppe motivazioni, alla luce di una semplice vista nel doppiaggio tradotto dall’originale giapponese? Ai posteri e a voi lettori l’ardua sentenza, e intanto godetevi una particolare reazione di uno spettatore all’episodio:

 

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here