Home Cinema

Ewan McGregor al debutto in regia con Pastorale Americana

1580

Attore molto apprezzato e versatile, Ewan McGregor seguirà presto il destino di molti altri suoi colleghi, il debutto alla regia. Così come per Angelina Jolie con Unbroken e Russel Crowe con The Water Diviner, anche per McGregor si prospetta la trasposizione da un romanzo, un classico della letteratura americana, Pastorale americana, che aveva permesso a Philip Roth di ottenere il Premio Pulitzer per la narrativa nel 1998.

In realtà McGregor avrebbe dovuto soltanto interpretare il film, ma poi, in seguito all’abbandono di Phillip Noyce, è stato designato lui stesso come regista. Nel cast ci saranno anche Jennifer Connelly e Dakota Fanning.

La Lakeshore, che ha già prodotto altri due film tratti da romanzi di Roth, La macchia umana e Lezioni d’amore, si è detta entusiasta di poter lavorare con un talento del calibro di Ewan McGregor.

Per l’attore scozzese, dunque, un esordio alla regia col botto. Il film sarà ambientato nel secondo dopoguerra e incentrato sulla famiglia di Seymour Levov, detto “lo svedese”, un atleta liceale che incarna il sogno americano e che deve affrontare la ribellione giovanile di una figlia adolescente durante la guerra in Vietnam.

Ad ogni modo, se le riprese di Pastorale Americana, la cui sceneggiatura sarà scritta da John Romano, inizieranno a Pittsburgh il prossimo settembre, i fan di Ewan McGregor non dovranno aspettare ancora molto prima di rivederlo sul grande schermo, visto che proprio in questi giorni esce Mortdecai, in cui l’attore scozzese affiancherà Johnny Depp e Gwyneth Paltrow in una commedia su un mercante d’arte.

Il 4 settembre 2015 uscirà invece il western Jane got a gun, diretto da Gavin O’Connor, in cui Ewan McGregor tornerà a comparire accanto a Natalie Portman dopo la trilogia di Star Wars. Questa volta, però, l’attore ricoprirà un ruolo da villain, mentre la bella attrice sarà una pistolera coraggiosa che dovrà difendere la propria fattoria da una gang di fuorilegge.

Già presentato al Sundance Film Festival Last Days in the Desert, diretto da Rodrigo Garcia, figlio di Gabriel Garcia Marquez. Un film biografico sulle tentazioni che Gesù, interpretato proprio da Ewan McGregor, troverà nel deserto. Non sarà più, quindi, sul tormentato rapporto con Maria Maddalena che si incentrerà il film, come nell’Ultima tentazione di Cristo di Scorsese, ma sul rapporto tra Gesù e il Diavolo, nuovo tentatore nel deserto.

Infine, tutt’altro genere e tutt’altro ruolo per Ewan McGregor nel thriller Il nostro traditore tipo di Susanna White, tratto da un romanzo di John Le Carrè.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here