Home Tech

Facebook e la pubblicità: in arrivo nuovi provvedimenti sui feedback negativi

26

Facebook ha deciso di adottare nuovi feedback per le pubblicità, mettendo a rischio coloro che avranno i cosiddetti “Brutti voti“.

Il nuovo sistema di valutazione, si pone a metà strada tra le valutazioni di pagina e le recensioni, sul modello TripAdvisor, mettendo in diretto contatto l’utente consumatore, con una determinata attività commerciale. Il social network avrà il compito di controllare le fonti che raccolgono maggiori criticità, valutando eventuali procedure da prendere nei diversi casi.

La regolamentazione segue di poco le recenti norme che riguarderanno gli annunci a carattere politico e che, a partire da giugno, dovranno garantire una maggiore trasparenza nei contenuti e nei programmi.

Come dicevamo la prassi segue in un certo senso, lo stesso modello di recensioni presenti sul celebre sito di viaggi e ristorazione. In sostanza, qualora un utente che avesse contattato un’attività commerciale, cliccasse per comprare un prodotto, in caso di problemi relativi all’acquisto di una determinata merce, egli potrà lasciare il proprio riscontro o valutazione sulla piattaforma.

Qualora si verificassero più lamentele da parte di più utenti, sarà lo stesso Facebook a indagare sull’effettiva efficienza dell’attività, impendendone in casi estremi, altre future inserzioni pubblicitarie. La nuova politica della piattaforma si propone di avviare progressivamente un’attività di monitoraggio e tutela dei consumatori a livello globale, tenendo conto di tutti i fattori riguardanti la compra-vendita: tempi di spedizione, qualità del prodotto e servizio clienti.

All’interno di un post ufficiale, il social Network invierà diverse notifiche agli utenti, chiedendo loro ulteriori informazioni sulla loro esperienza; sarà presente anche un sistema di controllo che rileva quanti clic, sono stati fatti su un annuncio, prima di aver acquistato qualcosa.

Inoltre la pagina Attività Pubblicitarie Recenti è stata corredata di un’apposita cronologia dei rapporti intrattenuti, cosicché anche le aziende verranno informate su eventuali feedback negativi e lo stato di andamento successivo dell’inserzione, dopo il primo avvertimento.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here