Home Serie Tv

Fauda, la serie tv che mixa Gomorra e Homeland

82

Sono tanti i contenuti, i prodotti audiovisivi e le serie che, hanno, e stanno determinando il successo del colosso dello streaming video. Tra quelle di maggiore successo troviamo Fauda, la serie israeliana che abilmente mescola elementi gli tipici di serie come Homeland e Gomorra. I paragoni a queste serie sono facilmente riscontrabili ma, ciò nonostante, non è mai stata messa in discussione l’originalità di Fauda.

Fauda è un thriller politico israeliano, basato sul progetto di Lior Raz e Avi Issacharoff.  A tale proposito è molto curiosa la biografia stessa di Raz, che dopo aver fatto parte delle forze speciali israeliane, ha lavorato come guardia del corpo di Arnold Shwarzenegger. In Fauda recita anche Avi Issacharoff, che dal 2005 al 2012 è stato corrispondente per gli affari palestinesi e arabi per il quotidiano israeliano Haaretz. La serie è trasmessa dal 2015 sul canale Yes Oh e in Italia è stata pubblicata dal 2 dicembre 2016 su Netflix. I dodici episodi della seconda stagione hanno debuttato su Netflix lo scorso 24 maggio e saranno visibili chiaramente in tutti i Paesi dove è attiva la piattaforma Netflix.

La serie racconta la storia del comandante di una unità Mista’arvim Doron e  della sua squadra mentre cercano di prendere il terrorista di Hamas responsabile di diversi attacchi terroristici, conosciuto come Abu-Akhmed. Mentre nella seconda stagione, l’unità delle forze speciali israeliane hanno un altro bersaglio: sono alla ricerca di Nidal al-Maqdisi, un militante dello Stato Islamico. Le prime immagini di quest’ultima stagione iniziano con un’esplosione alla fermata dell’autobus; ma l’attacco non è stato ordinato, come ci si aspettava, da Hamas, ma da un’ulteriore minaccia: si tratta di un rimpatriato dalla Siria che si sta allenando con lo Stato islamico.

I temi presenti nella serie, come il terrorismo e l’anti-terrorismo, la presenza di attentati, le sparatorie, i tradimenti e le vendette fanno chiaramente pensare alle serie di cui vi abbiamo accennato prima.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here