Home Come fare

Guida: Migliorare la durata della batteria del proprio Smartphone e Pc

1791

La batteria è un componente molto importante dei nostri dispositivi multimediali, e come tale ha bisogno di piccoli accorgimenti che se rispettati ci aiutano a migliorarne l’efficienza. La durata della batteria è un argomento di grande dibattito fra i possessori di smartphone e computer, sono varie le correnti di pensiero e molteplici i consigli reperibili sul web per migliorarne durata e prestazioni. In questa guida analizzeremo il funzionamento delle batterie agli ioni di litio (Li-Ion) ed infine troveremo il miglior procedimento da seguire per salvaguardarne la durata.

Gilbert Newton Lewis Immagine: Wikipedia
Gilbert Newton Lewis
Immagine: Wikipedia

Le batterie agli ioni di litio furono inventate nel 1912 da Gilbert N. Lewis ed oggi sono presenti in tutti i modelli di notebook, smartphone e nella maggior parte dei dispositivi Hi-Tech in commercio, divenute uno standard da diversi anni dopo aver sostituito quelle al nichel, ormai obsolete.

Il meccanismo che permette il funzionamento di queste batterie è basato sulla migrazione di ioni che vengono estrapolati e introdotti in un elettrodo durante l’utilizzo e la fase di ricarica, contemporaneamente avviene l’ossidazione della matrice ospite che a sua volta muove gli elettroni.

Il peso e l’ingombro sono solo alcuni dei vantaggi di queste batterie, le maggiori differenze rispetto quelle al nichel riguardano la possibilità di ricaricarle anche se non sono completamente scariche, effetto memoria assente, autoscarica circa 1% al mese se non utilizzata, maggiore capacità e lunga durata, se curata correttamente.

Esiste anche un lato negativo, il litio è un metallo pericoloso e infiammabile quindi bisogna fare molta attenzione a non esporre le batterie a temperature estremamente basse/alte: -20° e 60° è il range corretto di funzionamento delle celle interne. Nonostante le batterie abbiano un componente interno che interrompe la tensione oltre una certa temperatura, purtroppo è capitato che alcune batterie siano esplose a seguito di problemi di fabbricazione e una manutenzione errata, provocando a volte seri danni. A tal proposito consiglio l’utilizzo di batterie originali e se acquistate online, anche in versione bulk, ovvero senza marchio, consiglio di verificare la località di produzione, prestate inoltre molta attenzione alle batterie maggiorate che sembrano “offrire” prestazioni miracolose, pur mantenendo le medesime dimensioni di quelle originali, vi deluderanno.

Dopo 3 anni di utilizzo le prestazioni della batteria a litio cominciano a diminuire, per poi diventare inutilizzabili dopo circa 5 anni. Nello specifico si può riscontrare un deterioramento delle prestazioni pari al 21% ogni anno di vita. Gran parte della persone con il quale ho il piacere di parlare, si lamentano delle prestazioni delle loro batterie dopo pochi mesi di vita; la manutenzione è molto importante. A seguito di alcune ricerche, consultazioni dei manuali d’uso dei produttori, test effettuati all’interno della redazione, vorrei offrirvi alcuni consigli per migliorare la durata e la vita delle vostre batterie.

Vediamo come prenderci cura delle nostre batterie:

  • Non lasciate la batteria scarica ferma, quindi non utilizzata, per lunghi periodi. Le batterie agli ioni di litio hanno bisogno di funzionare frequentemente, non abbiate paura di consumarle caricandole abitualmente anche solo parzialmente.
  • Non aspettate che il telefono si spenga per ricaricarlo. Potete ricaricare la batteria in qualsiasi momento: le batterie al litio non hanno effetto memoria e si deteriorano se scaricate completamente.
  • Non esponete la batteria a temperature estremamente basse/alte , come per esempio al sole estivo o sulla neve. Cercate di trovare sempre un posticino adatto a preservare la loro temperatura interna.
  • Quando la batteria raggiunge il 100% di carica, è bene staccare l’alimentazione dalla corrente. E’ sconsigliato lasciare in carica il telefono tutta la notte per 7-8 ore dopo che il dispositivo ha raggiunto la carica completa.
  • E’ consigliato effettuare un ciclo di scarica completo una volta ogni 2 mesi (ogni 30-40 cicli di ricarica)
  • Se prevedete di non utilizzare la batteria per lunghi periodi, conservatela con almeno il 45% di carica in un luogo fresco e asciutto.
  • Monitorare di tanto in tanto lo stato della vostra batteria: gli utenti Windows potranno utilizzare svariati programmi reperibili in rete come BatteryinfoView, gratuito. Gli utenti Android potranno provare le applicazioni presente sul Play Store, raggruppate al seguente link. Per gli utenti Mac consiglio Battery Health.

Se seguirete questi semplici consigli migliorerete la durata e allungherete la vita delle vostre batterie.

Appuntamento alla prossima settimana con “Come fare“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here