Home Tech

Il futuro della connettività lightning si chiama inCharge

33

L’ultimissima frontiera dell’interconnettività si chiama inCharge Universal. Il nuovo connettore, prodotto da Ferrari Group rappresenta il nuovo traguardo per avere tutte le connessioni possibili in un solo strumento, piccolo, flessibile, pratico e soprattutto compatibile con  qualsiasi dispositivo.

Un progetto tutto italiano, frutto del lavoro di due studenti del Politecnico di Milano, che hanno avuto l’idea di creare il cavo di ricarica più piccolo di sempre, che può essere sempre portato come un vero  portachiavi.

Che si parli di minicavo Lightning, Micro USB e USB-C, l’ultima versione di inCharge Universal, è dotata di un cavo composto da due connettori, compatibile con la stragrande maggioranza dei dispositivi  tra cui smartphone, altoparlanti, power bank e ogni altro gadget.

I connettori lightning e micro Usb si aggiungono al connettore Usb Type-C, il quale a sua volta, pur essendo legato al corpo principale dell’oggetto, è anche rimovibile: altra novità importante è  che è un pò più grande per dimensioni, rispetto al passato.

Anche la componente ecologica, rappresenta un valore aggiunto alla qualità e complessità del prodotto; esso risulta il frutto di un lavoro realizzato attraverso materiali quali l’eco-pelle ed è completamente resistente agli schizzi di acqua.

InCharge, Universal e All in One sono disponibili in sei versioni colorate: arancione, marrone, azzurro, verde, nero e grigio. Il gadget è disponibile su Indiegogo, superando di gran lunga, i 10.000 dollari che era anche l’obiettivo della campagna promozionale. La distribuzione dei due modelli, è prevista per settembre ed entrambi possono essere prenotati singolarmente a 6 e 11 dollari più spese di spedizione; la coppia è disponibile a 12 e 14 dollari, mentre per il kit da 5 occorrono dai 29 ai 35 dollari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here