Home Attualità

Il Norman Atlantic è arrivato a Brindisi, continuano le indagini

783
traghetto in fiamme

Il Norman Atlantic è finalmente giunto a Brindisi; da giorni si attendeva il suo arrivo e lo ‘spettacolo’ che gli inquirenti si sono ritrovati di fronte è davvero molto triste. Dalla nave, infatti, fuoriusciva ancora del fumo, nonostante siano passati diversi giorni dall’incendio divampato a bordo. Il traghetto è stato trascinato fino a Brindisi da un rimorchiatore e scortato da altri tre mezzi. Al momento si trova ormeggiata al porto della città pugliese, in attesa che chi di dover svolga le accurate indagini. Insieme alla Norman hanno fatto anche ritorno gli 8 vigili del fuoco che da giorni avevano preso parte all’operazione di salvataggio dei sopravissuti.

traghetto

Al momento gli indagati sono il comandante Argilio Giacomazzi e l’armatore Carlo Visentini, accusati di nubifragio, lesioni e omicidio plurimo. Le vittime, per ora, salgono a 9 di cui solo 8 identificate, anche se non è escluso che nella stiva, il posto da cui ancora fuoriesce la fumata nera, si potrebbero trovare ulteriori corpi privi di  vita, ormai carbonizzati. La procura nel frattempo continua con le indagini, cercando di risalire ai responsabili dell’incendio e cercando di capire se, al momento dell’imbarco, i mezzi caricati a bordo -camion e automobili- non fossero troppo vicini tra loro, così da far scattare la scintilla. Inoltre bisognerà verificare a fondo la lista dei passeggerei dal momento che non tutte le persone a bordo sono state riconosciute formalmente.

Questo è il secondo incendio divampato in poco più di due mesi su una nave della compagnia navale Anek Lines.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here