CONDIVIDI

Il Parma va alla Dastraso Holgind Limited, Pietro Doca si dimette e parla Fabio GiordanoIl Parma calcio è stato ceduto a una cordata di imprenditori russo-ciprioti per evitare il fallimento. Inizialmente il presidente era Pietro Doca, ma adesso si è dimesso e la società è passata nelle mani della Dastraso Holgind Limited, per la quale parla Fabio Giordano, che ha dichiarato:

“Le carte sono state firmate. Per tre mesi farò il presidente tecnico, poi gli azionisti principali assumeranno quel ruolo e io successivamente farò il vicepresidente”.

Ieri sera allo stadio Ennio Tardini di Parma c’è stata la conferenza stampa per annunciare alla città e ai tifosi le sorti del Parma. A causa delle dimissioni di Pietro Doca al momento il presidente è Fabio Giordano e venerdì sera, oltre ad aver rilasciato le precedenti dichiarazioni, è emerso che la Dastraso Holgind Limited con sede a Cipro, ha rilevato il 66,55% delle quote azionarie della società Eventi Sportivi spa che controllava il Parma calcio.

La holding russo cipriota Dastraso Holgind Limited è avvolta nel mistero, anche perché il nuovo presidente per rispettare il patto di riservatezza non può rilasciare ulteriori informazioni. La società è costituita al 60% da un gruppo russo e al 40% da un gruppo cipriota e si occupa di estrazione petrolifera con un business annuale di oltre 2 miliardi di euro.

L’avvocato Fabio Giordano ha risposto ai giornalisti che:

“Doca ha dato le dimissioni da amministratore, un po’ spaventato da tutti voi…Spero che non spaventiate anche me… Io sono a disposizione, voglio lasciare il Parma in una situazione migliore e ci metterò tutto me stesso a cominciare dal mercato di gennaio. Se sarò visto come un problema, però, non avrò problemi a farmi da parte… Sono un avvocato internazionale lavoro da molto tempo come advisor e non ho avuto alcun fallimento alle spalle. La nostra volontà è di riuscire a rimanere in serie A ma ci sono grosse difficoltà rispetto allo stato patrimoniale della società…”

I tifosi sono profondamente delusi e hanno fischiato alla conferenza stampa, rivendicando dignità e valori per la loro squadra del cuore.