CONDIVIDI

il_piccolo_principeÈ uno dei romanzi più famosi del Novecento, anche se è considerato un libro per ragazzi. In realtà è molto di più e tra un anno, arrivando nelle sale, potrà stregare lettori e spettatori con la sua grande profondità. Si tratta del Piccolo Principe, romanzo di Antoine de Saint-Exupéry. A dirigerlo sarà Mark Osborne, che aveva già firmato Kung Fu Panda.

Il film, che uscirà nell’autunno 2015, sarà distribuito in Italia da Lucky Red e può contare su un budget di 80 milioni di dollari. Girato in stop motion e in 3D, Il piccolo principe avrà nel cast dei doppiatori originali stelle del calibro di Jeff Bridges, Mackenzie Foy, James Franco, Benicio Del Toro e Marion Cotillard.

Una storia semplice ma piena di significati, quella del Piccolo Principe, giunto sulla Terra dall’asteroide B-612. Il suo incontro con un aviatore – ovvero lo stesso Saint Exupéry – segna l’inizio di un viaggio di formazione attraverso altri incontri speciali, tra cui quello con un serpente, con un fiore, con una volpe e con un controllore. Ma nel film di Osborne si tratterà di un racconto nel racconto, poiché sarà la piccola Julia a leggere la storia del Piccolo Principe.

Dopo la serie animata francese e l’omonimo musical del 1974, Il piccolo principe, tradotto in 220 lingue e dialetti e stampato in oltre 134 milioni di copie, raggiungerà finalmente il pantheon delle grandi opere letterarie con una trasposizione per il grande schermo, per raccontare, ancora una volta, una storia tanto semplice quanto profonda e puramente umana.