Home Tech

Il progetto editoriale di Enrico Mentana presentato al Campus Party Italia

54

Un nuovo modello d’informazione, che non fa altro che riprendere l’identità più tradizionale del giornalismo, per riportarlo nel mondo di oggi e con gli strumenti di oggi. Così si presenta il nuovo progetto editoriale di Enrico Mentana, che in queste ultime settimane ha fatto il giro del web, raccogliendo tantissime adesioni e molti consensi.

Un giornale per tutti e aperto a tutti, da leggere in digitale sul proprio smartphone, oltre che al pc, così il direttore del Tg La 7 ha presentato ufficialmente il progetto, con lo scopo di ripristinare il rapporto tra giovani e informazione, in occasione del Campus Party Italia, organizzato a Rho Fiera Milano, dal 18 al 22 luglio.

A parte qualche indizio in più, Mentana non ha voluto dare ulteriori indicazioni né sul nome della futura testata e neanche dei tempi di assunzione dei giornalisti aspiranti e non, che lavoreranno al progetto. Il post di questa mattina su Facebook, però spiega che il giornale sarà aperto a chiunque voglia imparare o sviluppare la professione, senza distinzione di età o cultura; sarà inoltre predisposto un regolare contratto giornalistico.

I requisiti principali dovranno corrispondere ad un adeguato background, passione per la scrittura, capacità di riportare bene le notizie e lavorare nei luoghi dei fatti, se necessario anche attraverso la telecamera o la macchina fotografica.

Il progetto del direttore Mentana nasce da un’attenta analisi sull’incapacità del giornalismo tradizionale, di non saper affrontare le sfide della globalizzazione comunicativa e andare oltre il fenomeno delle fake news.

Questo perché i giornali, poiché concepiti da persone nate nel ‘900 non riescono a veicolare un rapporto diretto tra giovani e lettura.

Un atto di coraggio, è quello che Mentana vuol tentare, cercando di ripristinare quel rapporto tra informazione, innovazione e persone, creando un prodotto attraente e facilmente leggibile, ma che si rivolga a tutti. Anche il numero di adesioni non dovrebbe destare preoccupazioni:“Se, spiega il giornalista, l’80 per cento di quelli che si candidano non sono capaci di fare queste cose, e il 20 per cento sì, devo fare già una selezione severa. Già in questa fase sarebbero 800 persone”.

L’operazione è nata di concreto con l’Ordine dei giornalisti sostenendo il fatto che; “se uno promette di assumere decine di giovani ci manca solo che a contrastarti sia l’Ordine dei giornalisti o la federazione, che ci hanno dato assoluta condivisione e consigli tecnici”.

Dal punto di vista economico, e in vista di futuri partner pubblicitari, tutto quello che andrà in attivo sarà reinvestito. Mentana ha confermato l’intenzione di investire personalmente sul progetto, smentendo la possibilità che lo stesso possa essere gestito dall’editore Urbano Cairo, ponendo una volontà ferrea di riportare il giornalismo a diventare un futuro e una prospettiva concreta, lontano da quella visione tutta contemporanea del “giornalismo da sfigati”.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here