Home Cinema

La Dreamworks licenzia 500 dipendenti dalla PDI

865
dreamworks_licenza_personale

Non è stata di certo un’annata indimenticabile per gli studi d’animazione della DreamWorks. I rivali della Pixar sono stati costretti a licenziare 500 dipendenti dalla PDI (Pacific Data Images), lo studio di Redwood City (California), prossimo alla chiusura, e a ridimensionare le proprie ambizioni, con l’obiettivo di realizzare non più tre ma due film all’anno.

La crisi è iniziata a causa di alcuni film che hanno incassato ben al di sotto delle aspettative, portando così a un deficit in bilancio: si tratta de Le 5 leggende (140 milioni di budget, 306,941,670 dollari complessivi), Turbo (135 milioni di budget, 282,570,682 dollari d’incasso) e Mr. Peabody & Sherman (145 milioni di budget, 272,912,430 dollari d’incasso). Questi tre film hanno generato perdite rispettivamente per 87, 13.5 e 57 milioni di dollari.

A slittare saranno quindi Dragon Trainer 3, la cui uscita è prevista per il 29 giugno 2018, e B.O.O.: Bureau of Otherworldy Operations, finito nuovamente in fase di sviluppo. Quest’anno a vedere la luce sarà soltanto Home (27 marzo 2015), mentre per l’anno prossimo sono previsti Kung Fu Panda 3 (18 marzo 2016) e Trolls (4 novembre 2016). Le altre uscite saranno Boss Baby (13 gennaio 2017), The Croods 2 (22 dicembre 2017) e The Larrikins (16 febbraio 2018).

La riduzione del personale della DreamWorks Animation, che ammontava a 2200 persone, porterà a un risparmio di 30 milioni di dollari nel 2015 e 60 entro il 2017. Anche il budget scenderà notevolmente e non potrà superare i 120 milioni di dollari.

Pur essendo in studi separati, la PDI e la DreamWork Animation hanno operato da sempre come una singola unità, contribuendo al successo di franchise come Shrek, Madagascar e Dragon Trainer. La PDI era stata una delle prime compagnie a sperimentare l’animazione al computer in televisione.

Un esodo che comporta l’allontanamento di nomi illustri, tra cui, secondo Variety, la direttrice del marketing Dawn Taubin, il vice chairman Luke Coleman e il COO Mark Zoradi, unitosi alla compagnia solo da qualche mese.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here