Home Attualità

L’aereo scomparso potrebbe trovarsi in fondo al mare, proseguono le ricerche

727
aereo scomparso

Proseguono le ricerche del volo partito dall’Indonesia e che sarebbe dovuto arrivare a Singapore. L’aereo è sparito nella giornata di ieri intorno alle 8:55 locali e al momento non vi è ancora traccia del mezzo, né dei suoi passeggerei, tra cui anche 16 bambini e un neonato. Le forze dell’ordine del posto pensano che l’aereo possa trovarsi il fondo al mare, ma questa al momento rimane solo un’ipotesi non verificata.

Sulla sparizione dell’aereo aleggia poi un mistero: inizialmente si parlava del fatto che il pilota avesse comunicato la sua intenzione di salire di quota a causa del maltempo, così da evitare la perturbazione, mentre ora risulta che il comandante abbia deciso di innalzarsi ulteriormente senza dare una specifica motivazione.

Immagine: Pixabay
Immagine: Pixabay

In caso di condizioni atmosferiche difficili i piloti hanno il permesso di modificare la traiettoria di volo, ma in questo caso il pilota non aveva ancora ricevuto l’approvazione dai piani alti che, quando l’hanno contattato pochi minuti dopo, non hanno ricevuto alcuna risposta.

Questa mattina sembrava ci fossero buoni risvolti nelle ricerche quando un aereo australiano dedicato alle perlustrazioni ha comunicato di avere individuato nell’oceano dei resti che sarebbero potuti appartenere all’aereo scomparso. Dopo aver compiuto le dovute analisi, è stato comunicato che non ci sono abbastanza prove che possano collegare i rottami al mezzo dell’AirAsia, quindi le ricerche continuano.

Nel frattempo cresce l’ansia e la disperazione dei familiari delle vittime che da ore aspettano di sapere cosa sia accaduto ai propri parenti. Ha colpito molto il messaggio della figlia del pilota che, disperata, ha scritto su Facebook:

‘Papà torna, ho ancora bisogno di te. Ridatemi il mio papà, dobbiamo incontrarci’.

 

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here