Home Recensioni

Legends of Tomorrow – recensione terza stagione: la saga di Mallus

180
Legends of Tomorrow - recensione terza stagione: la saga di Mallus
Legends of Tomorrow - recensione terza stagione: la saga di Mallus

Legends of Tomorrow è una delle serie componenti l’Arrowverse, una riproposizione live con protagonisti alcuni supereroi del DC Universe, di produzione CW. Legends è una serie particolare in quanto in essa cooperano vari personaggi già visti in altri telefilm come Arrow e The Flash. Il simpatico gruppetto variegato di leggende, capitanato prima da Rip Hunter e in seguito da Sara Lance, viaggia tra le varie epoche della storia umana, tramite la Waverider, un’aeronave in grado di muoversi nel passato nel presente e nel futuro.

Le leggende del domani hanno lo scopo di preservare il normale corso degli eventi e di combattere gli anacronismi causati da individui senza scrupoli come Vandal Savage, Damien Dahrk, Eobard Thawne, Malcolm Merlyn e il pericolosissimo Mallus, demone temporale che abbiamo conosciuto nella terza stagione, che ora andremo a recensire.

Legends of tomorrow: i punti salienti della terza stagione

Durante la terza stagione della serie TV, alla ciurma delle leggende si aggiungono alcune new entry. In primis Zari, una ragazza acqua e sapone di fede islamica, molto devota e proveniente da un futuro distopico, il 2030, in cui la libertà religiosa (come molti altri diritti) sono stati negati all’umanità. Il suo nome completo è Zari Adrianna Tomaz. La giovane possiede, a sua insaputa, incredibili poteri mistici. A dare manforte ai nostri eroi, anche John Constantine (interpretato dal bravissimo Matt Ryan), lo stregone della Vertigo già visto nell’omonima serie TV della NBC ed in Arrow.

Grazie alle sue conoscenze sulla demonologia e l’esoterismo, iò nostro amico sarà di grande aiuto a Sarah (con cui instaurerà una brevissima relazione) ed ai suoi compagni per fermare la nascita di Mallus. A metà stagione, l’arrivo anche di Kid Flash, alias Wally West. Il fratello di Iris, dopo essersi lasciato con Jesse, deciderà di abbandonare il Team Flash e di andare a meditare in Cina, avvicinandosi alla filosofia Zen.

Sarà proprio Rip Hunter a chiedere aiuto al ragazzo per combattere la minaccia di Mallus e i suoi tirapiedi: Gorilla Grodd, un redivivo Damien Darhk e la figlia di questi Nora. Attenzione a questo nome, in quanto Nora è un personaggio chiave della serie CW. La ragazza è infatti la portatrice fisica del potere di Mallus. In un bellissimo episodio di Legends (evidente citazione al film L’esorcista) Constantine tenterà di esorcizzare Mallus dal corpo della piccola Nora, chiedendo aiuto alle stesse Leggende.

Nora, a differenza del padre, sembra avere anche una parte buona e Ray Palmer, avendo compreso ciò, tenterà di portarla dalla parte della giustizia, cercando di allontanarla dall’influenza negativa del padre Damien. Tuttavia, sia a causa dell’influsso maligno di Mallus, che del ritorno di Darhk, Nora deciderà di passare al lato oscuro definitivamente.

Tornando a Rip Hunter, il nostro ex time master lo rivedremo ad inizio stagione nelle vesti di presidente del Time Bureau, una società segreta che (a differenza della precedente organizzazione di cui faceva parte nella prima stagione) si occupa, in modo pulito e morale, di proteggere la storia. Alle sue dipendenze la bella agente Ava Sharpe, la quale instaurerà una relazione sentimentale con Sara Lance. Durante gli ultimi episodi, si scopre che Sharpe altri non è che un clone proveniente da un lontano futuro.

La donna soffrirà molto quando conoscerà le sue vere origini ed inizieranno i primi dissapori con Sara ed il suo superiore Rip. Quest’ultimo infatti aveva fatto uso già in precedenza di varie ‘agenti Sharpe’ ed Ava altri non è che l’ennesimo riciclo, succeduta alle sue cloni scomparse.

Damien Darhk, nonostante sia un malvagio, lo vedremo nutrire sentimenti d’amore sinceri per sua figlia Nora, l’unica cosa importante rimastagli. Da alleato di Mallus, cercherà in seguito di liberare Nora dalla sua possessione demonica, chiedendo aiuto alle leggende. Molto toccante la scena in cui Sara e Damien (assassino di sua sorella Laurel) discutono e Darhk le fa notare come entrambi, un tempo del tutto malvagi, siano in qualche modo rimasti umani solo grazie all’amore. Ricordiamo infatti che la Lance ha fatto parte in passato della Lega degli assassini, con a capo il terribile Ra’s Al Ghul, storico nemico di Batman e main villain nella terza stagione di Arrow.

Da non dimenticare la perdita del professor Martin Stein, uno dei membri originali. Il povero Martin perderà la vita durante un combattimento contro i nazisti di Terra X. Di conseguenza, anche Jefferson Jackson si ritirerà dal gruppo dei viaggiatori temporali. Stein e Jefferson erano del resto un’unica entità, in quanto dalla loro fusione, avevano l’abilità di creare il mitico Firestorm. Dopo la scomparsa dell’anziano professore (che per il ragazzo era un’importante figura paterna) Jefferson aveva compreso che non c’era più posto per lui sulla Waverider.

Sicuramente, una delle figure più simpatiche di questa stagione è, come anche in passato, Mick Rory; un ‘cafone’ buono che, nonostante i modi rudi (ed una fame seconda solo a quella di un saiyan) si rivelerà essere per le altre leggende un compagno fedele, su cui poter contare sempre. Il folle e bestiale Heat Wave della prima stagione di The Flash è quindi, fortunatamente, solo un lontano ricordo.

Che dire poi della storia d’amore tra Nathan e la bella Amaya? Un sentimento che trascenderà il tempo nel senso più letterale del termine. Dimenticavamo la battaglia finale contro Mallus! Ebbene, tale scontro avverrà nell’ultimo episodio e per sconfiggerlo i nostri eroi potranno contare solo sulla forza di alcuni antichi talismani mistici. Il loro potere sarà sufficiente per debellare la minaccia del demone? Beh! Noi stiamo zitti, in quanto non vogliamo rovinarvi la sorpresa!

Legends of Tomorrow: considerazioni finali

Nonostante sia una stagione dalla trama solida, Legends of Tomorrow season 3 ha l’unica pecca di essere un po’ troppo altalenante rispetto al passato. Diversi gli episodi ‘riempitivi’ di cui si poteva fare volentieri almeno. Puntate dalla trama un po’ statica ed ambientate per la maggior parte all’interno della Waverider. In compenso, i villain di questa terza stagione sono più che buoni. Abbiamo un Damien Darhk che, nonostante sia un personaggio visto e rivisto tra Arrow e Legends, si rivela essere ancora un nemico interessante, carismatico e pieno di sorprese.

Nora, personaggio oscillante tra il bene e il male, stuzzicherà non poco l’interesse dei telespettatori, soprattutto per il particolare legame con il padre e il rapporto che instaurerà con Ray ‘bei capelli’ Palmer, alias Capitan Atom. Mallus è probabilmente il main villain più bello e potente di tutti quelli visti finora. Un demone dell’inferno bloccato tra le pieghe del tempo e solo la creazione di anacronismi da parte di Grodd e della famiglia Dahrk potrà liberarlo dalla sua prigione. Se volessimo dare un voto alla terza stagione di Legends, probabilmente possiamo dire che siamo dopotutto al di sopra della sufficienza: un 7- è dunque più che valido!

Legends of Tomorrow 4: quali i cambiamenti?

Dopo la sconfitta di Mallus (ma non vi diciamo come il demone sarà distrutto) è ora di allentare un po’ la corda. Come leggiamo da un recente articolo pubblicato su Ciak Generation, Sara e i suoi compagni si trasferiranno momentaneamente al Time Bureau per aiutare Ava e gli altri agenti del tempo a ripulire la storia dagli ultimi anacronismi rimasti. Sembra un lavoro molto semplice, fino a quando non arriva Constantine che informa i suoi amici dell’arrivo di un nuovo problema: l’apertura di una barriera dimensionale! In questa nuova avventura, le leggende affronteranno i ‘Fuggiaschi‘, esseri  provenienti da miti, storie e fiabe che in passato erano stati allontanati dalla Terra da persone dai grandi poteri magici, come lo stesso Constantine. Ancora poco sappiamo, da questi indizi, si prospetta una quarta stagione davvero scoppiettante. Alla prossima con le nuove avventure di Legends of Tomorrow!

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here