Home Cinema

Lo Hobbit, online una versione non ufficiale di 4 ore

1734

Viste le lungaggini e la prolissità narrativa che hanno caratterizzato la trilogia de Lo Hobbit di Peter Jackson, qualche fan ha provato a riunire i tre film in uno solo di poco più di quattro ore. Una full immersion nel mondo della Terra di Mezzo che ha resi necessari diversi tagli, prontamente segnalati da Tolkien Editor, nickname utilizzato dall’autore di questa impresa.

L’obiettivo era avvicinarsi il più possibile al romanzo di Tolkien, dilatato a dismisura per fini commerciali e per questo poco apprezzato sia dal pubblico sia dalla critica. Tra le scene che Tolkien Editor ha reputato inutili o irrilevanti ai fini della narrazione, ci sono l’indagine a Dol Guldur da parte di Gandalf; il poco credibile triangolo tra Tauriel, Legolas (assente, peraltro, nel romanzo) e il nano Kili, un aspetto della sceneggiatura capace di far storcere il naso un po’ a tutti; il prologo con il vecchio Bilbo; una riduzione di molte scene d’azione, tra cui la lava fusa nello scontro con Smaug; le apparizioni di Saruman e Galadriel, utili solo per un richiamo visivo alla prima trilogia (così come quelle di Legolas); le sequenze legate agli orchi e ad Azog, senza però far perdere efficacia al climax; l’imprigionamento di Bard e lui stesso che pulisce il pesce.

Per rendere partecipi tutti quanti di questo lavoraccio, Tolkien Editor ha caricato il suo film non autorizzato sul Torrent, disponibile per il download.

È probabile che Tolkien Editor non volesse sostituirsi a Peter Jackson ma dimostrare soltanto che la trasposizione in tre film di un romanzo di 400 pagine non aveva molto senso, a parte arricchire le casse del regista e della produzione. Più che una nuova interpretazione de Lo Hobbit tolkieniano, questa nuova – e non autorizzata – versione andrebbe vista come un grido di protesta da parte di uno dei tanti fan che ha dovuto sorbirsi tre film troppo prolissi per essere veri, rei di aver snaturato la magia e la forza epica della Terra di Mezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here