Home Attualità

Loris, il bambino è stato strangolato

802
Il luogo del ritrovamento (Fonte: italia-24news.it)
Il luogo del ritrovamento (Fonte: italia-24news.it)
Il luogo del ritrovamento (Fonte: italia-24news.it)

Loris Stival, il  bambino di otto anni ritrovato in un canalone sabato scorso, è morto a causa prima di uno strangolamento, ma il colpo di grazie è stata la caduta, che battendo la testa ha segnato il destino del piccolo. Da quanto riportato dal medico legale, il corpo svenuto del ragazzo deve essere stato lanciato da un’altezza di almeno tre metri, a giudicare dal colpo alla testa.

Il Procuratore di Ragusa Petralia ha chiesto ai cittadini di collaborare, facendo anche una telefonata anonima alla Polizia, fornendo dettagli che potrebbero aiutare gli inquirenti a ricostruire le ultime ore di vita del bambino. Petralia ha anche affermato che essendo la cittadina molto piccola, i movimenti di Loris e del suo assassino sono stati quasi sicuramente notati, ma forse la vista di un bambino con lo zaino in spalla che si reca a scuola non è una cosa che rimane impressa nella mente, essendo un fatto quotidiano.

In un primo momento, pareva che il bambino fosse anche stato violentato, ma l’autopsia non ha accertato il fatto, comunque si tiene aperta la strada della pedofilia, come probabile movente. Quel che è certo, invece, è che Loris conosceva il suo assassino, in quanto era caratterialmente molto timido e diffidava sempre dagli sconosciuti. La Polizia ha aperto un’indagine per sequestro e omicidio volontario.

E’ stato sentito anche il padre, ora sotto controllo, il quale aveva affermato che conosceva l’assassino del figlio e che lo avrebbe ucciso con le sue mani. Gli inquirenti hanno smentito questa affermazione, che però nel giro di poche ore aveva fatto il giro di tutti i  maggiori quotidiani italiani.

Gli inquirenti stanno raccogliendo i video delle telecamere di sicurezza di negozi e banche, e grazie a questi si è potuto osservare il momento in cui la madre di Loris ha lasciato il bambino a scuola, mentre una testimone racconta di averlo visto in centro, senza lo zaino, che non è stato ancora trovato. Non escludono, le Forze dell’Ordine, che fino al canalone di cemento Loris sia stato accompagnato, perché il luogo dista tre chilometri dalla scuola.

Mentre le indagine proseguono, l’intera città è sconvolta per la notizia, soprattutto per quelli che conoscevano Loris, in molti a ricordarlo con un triste sorriso in volto. Il Sindaco della città, Franca Iurato, e il governatore Crocetta si dicono addolorati per la morte di Loris, e danno il loro pieno appoggio alla famiglia, sicuri che il colpevole sarà presto ritrovato. Tutti hanno paura, perché sono ora consapevoli di vivere vicino a un mostro, che probabilmente conoscono e con cui hanno anche parlato.

di Alessandro Bovo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here