CONDIVIDI
Loris
Immagine: http://pixabay.com/it/gesso-contorno-strada-uomo-umano-438068/

Santa Croce Camerina è sconvolta dalle ultime rivelazioni scoperte sulla storia di Loris Stival, il bambino di otto anni trovato morto a fine novembre, in un canalone poco lontano dalla sua abitazione. Il cacciatore che in un primo momento era stato interrogato a lungo e sospettato, ora deve rispondere solamente di detenzioni illegale di armi. Più difficile è la posizione della madre di Loris, Veronica Stival. Secondo gli inquirenti, è stata lei a uccidere suo figlio, strangolato e poi gettato nel canalone, dove la caduta ha causato la botta alla testa, quando ormai era già morto.

Da quattro ore i Carabinieri stanno interrogando la donna, che dovrà fornire una risposta alle mille domande che hanno portato gli inquirenti a dubitare del suo racconto, un racconto contestato dalle telecamere, che mostrano il bambino tornare a casa, mentre l’auto della donna rimaneva in sosta nel quartiere della città dove è stato poi ritrovato il cadavere. Inoltre, la donna non ha saputo rispondere a un’importante domanda, ovvero cosa stava facendo in casa, apparentemente col bambino, quando è tornata a casa, dopo aver portato il fratellino di Loris all’asilo.

Un mistero che ancora non ha trovato una risposta, è il ruolo delle fascette, che la madre ha consegnato alle maestre di Loris. Quando le due maestre sono andate a casa di Loris, per portare la propria solidarietà e appoggio alla famiglia, Veronica ha consegnato loro le fascette da elettricista, affermando che erano per un lavoro di scienze che dovevano fare a scuola. Le maestre, però, non ne sapevano nulla, ma questi oggetti sono gli stessi utilizzati per soffocare il bambino.

Per il momento, Veronica è l’unica indiziata, ma ancora non ci sono le prove fondamentali che accertino che è stata lei la colpevole. Secondo gli inquirenti, la donna avrebbe agito da sola, e stanno scavando sempre più a fondo per determinare la colpa della donna. Il padre di Loris, intervistato dai giornalisti che da giorni stanno popolando la cittadina, ha affermato che se è stata sua moglie a uccidere il piccolo Loris, per lui sarà morta.

di Alessandro Bovo