Home Musica

Lou Reed: si è spento a 71 anni il leader dei Velvet Underground

84
lou reed

Chissà se questo è stato finalmente per lui il “giorno perfetto”Si è spento oggi, all’età di 71 anni, Lou Reed (vero nome Lewis Allan Reed), leader dei Velvet Underground prima e solista “maledetto” poi. Le cause del decesso sono ancora ignote ma sembra si tratti di alcune complicazioni a seguito del trapianto di fegato cui era stato sottoposto nel maggio scorso.

Quattro album in quattro anni in quei gloriosi anni ’70 con la band dei Velvet Underground (il primo dei quali “benedetto” e finanziato da Andy Wharol che disegnò anche la celebre copertina raffigurante una banana da sbucciare) e che comprende la famosa “Sunday Morning” (forse la canzone del gruppo più nota al grande pubblico).

Dopo la rottura con i Velvet Underground e un primo deludente album, fu David Bowie che decise di aiutarlo producendo il secondo disco Transformer, che fu subito un successo e che contiene alcune canzoni destinate a divenire dei classici di Reed, come Walk on the Wild Side (divenuta in Italia I giardini di Kensington e portata al successo da Patty Pravo), Satellite Of Love, Perfect Day (ripresa nel film Trainspotting) e Vicious.

Seguirono poi una decina di dischi, in cui si alternano album sperimentali ad altri più commerciali, tra cui il “maledetto” Berlin, che narra di una coppia di tossicodipendenti, lo struggente Songs for Drella (nel 1990), album dedicato a Warhol scritto a quattro mani con l’ex compagno dei Velvet Underground John Cale fino all’ultima collaborazione con i Metallica (nel 2011) nel disco Lulu.

Voce di carta vetrata, al limite del monocorde, chitarre all’essenziale, nemico degli arzigogoli ma soprattutto cantautore dei perdenti, dei diversi, dei tossici e dei tormenti più oscuri dell’animo umano. I suoi testi aspri hanno spesso scandalizzato la “borghesia” benpensante soprattutto durante i suoi esordi.

Schiavo delle droghe e dell’alcol, autodistruttivo e nichilista è stato spesso protagonista di performance disastrose e di crolli verticali: ma ce l’aveva sempre fatta (si narra che da giovane i genitori, preoccupati per le sue “tendenze sessuali”, lo avessero mandato in un istituto psichiatrico dove fu sottoposto all’elettroshock). Si è sposato due volte e negli anni Novanta, dopo una riunione con i Velvet Underground, un tour mondiale e il divorzio dalla sua seconda moglie, aveva iniziato una relazione sentimentale con la polistrumentista Laurie Anderson che ha poi sposato nel 2008.

 

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here