Home Serie Tv

“Luna nera”: qualche anticipazione sulla nuova serie tv italiana di Netflix

2325

Pochi giorni fa Netflix ha annunciato quali saranno le serie Tv rinnovate per il 2018/19 e quelle che invece arriveranno all’ultima stagione, per poi essere definitivamente archiviate. Le novità della piattaforma streaming però si rivelano, sulle nuove produzioni europee; tra le principale, molte sono italiane. La Serie che ha riscosso maggiore curiosità tra appassionati e critici, è “Luna Nera”: una sorta di viaggio a ritroso in una delle pagine più controverse della storia e della religione europea e italiana; la stregoneria.

La fiction è tratta dal manoscritto omonimo e non pubblicato di Tiziana Triana; già editrice dell Fandango Libri e che, per l’occasione, curerà la realizzazione della serie, assieme a Francesca Manieri, autrice per Il miracolo e Smetto quando voglio: Ad honorem, e Laura Paolucci, che ha collaborato a Diaz e  Gomorra – La serie.

Dopo  il successo di Suburra  e Baby, le cui riprese sono iniziate pochi giorni fa, Luna nera offre uno nuovo e originale spunto di esplorazione sulla nostra identità culturale; ma ad oggi poco si sa sulle storie raccontate.

Quello che è certo è che questa produzione italiana, metterà in luce, il mondo del XVII secolo, all’interno del quale molte vicende s’intrecciavano con quelle di donne, spesso comuni, ma con uno spirito troppo ribelle per quell’epoca, che per questo venivano accusate sistematicamente di stregoneria.

Pur essendo alle fasi preliminari, il contesto post-medievale su cui s’innesta la serie in costume, il motivo conduttore è il modo della donna, vittima predestinata di quella che fu una caccia senza quartiere, verso chiunque non rispettasse i canoni tradizionali del costume e della morale o mostrasse sintomatologie anomale, rispetto alla scienza corrente dell’epoca. Ma un period drama di questo tipo non risparmia riferimenti alla contemporaneità.

“Quello che vogliamo fare“, ha spiegato Erik Barmack,  vicepresidente degli International Originals della piattaforma Netflix, è  di creare contenuti differenti per ogni mercato di riferimento”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here