Home Serie Tv

Mode e reboot: una nuova Signora in Giallo e (forse) tre nuove streghe.

483

Il successo genera successo. La fama genera fame. Quando un prodotto vende, il produttore vuole vendere ancora. Luoghi comuni a parte, in taluni casi si parla di serie che continuano ben oltre la loro durata ideale, col rischio di finire con lo snaturarsi. In altri casi, invece, quello che si genera è un effetto traino che porta una rete, con un prodotto di successo, a voler seguire quell’ideale filone.
Sviando un pochino il discorso, il tutto lo possiamo ricondurre a titolo di esempio al già trattato tema dei vampiri: un prodotto di successo (nel caso specifico il best-seller Twilight), delle trasposizioni che riescono ad accrescere fama e successo dell’opera originale, sequel ed emulazioni a gogo.
Spesso, però, l’effetto traino va oltre il semplice tema trattato (in quel caso il tema è il Vampiro, anche se il povero Stoker dissentirebbe parecchio), creando appeal verso un intero genere che per l’opera in questione è quello del fantasy e nel caso specifico fantasy contemporaneo.
Non è un fenomeno raro. Per restare in tema fantasy, in ambito televisivo è accaduto che si susseguissero una serie di produzioni: oltre True Blood e The Vampire Diaries possiamo ricordare The Secret Circle, Once Upon a Time, Grimm, il recente Sleepy Hollow e altre ancora. Tutte diverse – per personaggi, plot, caratteri e tematiche specifiche – ma a loro modo portate a seguire la moda. La stessa cosa sta accadendo con il genere supereroistico (in principio fu Smallville ma anche qui le emulazioni non mancano: Heroes, Alphas, Arrow, The Cape piuttosto che Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.S., quest’ultimo come idea di base molto diverso dai precedenti ma pur sempre legato al contesto supereroistico e improntato a seguire la “moda” cinematografica) ed è certamente un fenomeno che ha interessato procedurali e paranormal.

Queste mode, talvolta, riescono a riportare in auge serie passate, così da sfruttare quella che ho definito moda per rilanciare vecchi marchi di successo: V-Visitors, Battlestar Galactica, Beverly Hills
Si chiamano reboot e negli ultimi giorni si fa un gran parlare di due rifacimenti: da un lato Murder: She Wrote (da noi noto come La Signora in Giallo), dall’altro Charmed (in Italia: Streghe). Per entrambe le serie sembra che vi siano in cantiere due reboot, ovvero un azzeramento della vicenda e, di fatto, un nuovo inizio.
Per il ritorno di Jessica Fletcher si parla ormai con certezza: la nuova signora in giallo sarà Octavia Spencer (Oscar come miglior attrice non protagonista 2012 per il ruolo in The Help) e la rete che seguirà il progetto sarà NBS. Riguardo ad un possibile ritorno del trio di streghe salito alla ribalta negli anni 90′, invece, trapelano solo alcune voci: CBS avrebbe commissionato la produzione di uno script per l’episodio pilota. Nel primo caso, la corrente seguita potrebbe essere quella dei vari Sherlock ed Elementary piuttosto che Castle, la cui idea di base è molto simile a quella dell’originale Signora in Giallo.
Il reboot di Streghe potrebbe invece essere spinto da quella stessa ventata fantasy che è sbocciata anni fa e che non sembra destinata ad attenuarsi.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here