Home Cronaca

Napoli, 36enne disabile psichica segregata in casa dalla madre

251

Da otto anni sua madre la teneva segregata in casa, con la porta chiusa a chiave dall’esterno, le tapparelle abbassate e in pessime condizioni igieniche. I carabinieri, dopo diversi mesi di indagini iniziate in seguito a una segnalazione, hanno liberato e soccorso C.G., una donna di 36 anni affetta da disabilità mentale che viveva nel quartiere Vomero, a Napoli.

Quando le forze dell’ordine hanno fatto irruzione nell’abitazione situata in via Luigi Caldieri, hanno trovato la ragazza in stato di malnutrizione e si sono immediatamente accorti del preoccupante stato psico-fisico in cui si trovava. Nella casa, la temperatura era bassissima, tanto che C.G. era costretta a riscaldarsi con l’aria di un asciugacapelli, e l’odore emanato dai numerosi sacchi della spazzatura sparsi sul pavimento era insostenibile.

A tenere la 36enne segregata in casa da ben otto anni era la madre, R.S. di 69 anni, che viveva in un altro appartamento e si recava da lei solo un paio di volte a settimana per portarle del cibo. Ora i carabinieri del commissariato Arenella l’hanno arrestata con l’accusa di sequestro di persona aggravato e continuato, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, ed hanno denunciato altre tre persone per favoreggiamento.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here