Home Basket

Nba: Brooklyn domina il derby, ai Knicks Anthony non basta

238

Nel giorno del ricordo di Martin Luther King i New York Knicks e i Brooklyn Nets si sfidano per il secondo derby della stagione. Vincono i Nets riuscendo a vendicare la bruciante sconfitta subita tra le mura amiche nel precedente match tra le due squadre rivali. Ottimi Joe Johnson e Andray Blatche per i Nets mentre per i padroni di casa il solo Anthony si salva da una serataccia a cui il pubblico del Madison Square Garden è tristemente abituato in questa stagione.

Brooklyn Nets – New York Knicks
Risultato finale: 103-80
Nets: Johnson 25 pts, Blatche 12 reb, Pierce 5 ast.
Knicks: Anthony 26 pts, Anthony 12 reb, Felton 6 ast.

Secondo derby per le due squadre che più stanno deludendo rispetto alle aspettative di inizio stagione. New York inizia con Andrea Bargnani in panca mentre Brooklyn fa a meno di Deron Williams nel quintetto iniziale. Molto lenti gli attacchi di tutte e due le squadre con Joe Johnson determinante nel mettere davanti i Nets con 10 punti (4/5 dal campo) in meno di 7′. Il primo quarto finisce 27-16 per Brooklyn con Johnson miglior marcatore con 12 punti. Mani caldissime per i Nets ad inizio secondo quarto che riescono a portarsi a +16 con Bargnani che entra e si fa vedere per uno sfondamento e una velenosa palla persa, non un buon inizio per il “Mago”. Brooklyn mette molta pressione con i suoi tiratori perimetrali mentre l’attacco di New York è troppo statico e i pochi punti arrivano dai tiri liberi. Le due squadre vanno alla pausa più lunga con i Nets avanti 52-38. Inizia male la ripresa per gli ospiti con New York che mette più intensità riducendo lo scarto a -8 dopo solo 1’30”, ma dopo l’inizio stentato Brooklyn riprende in mano il match muovendo bene palla e sfruttando il mismatch che i padroni di casa concedono con due piccoli come Felton e Prigioni in quintetto. A metà quarto si rivede Bargnani ma l’azzurro con un attacco cosi statico fa molta fatica a trovare ritmo mettendoci molto del suo mostrando poca aggressività, cosa che in molti pensano sia il vero difetto del giocatore romano. Con Anthony (26 punti, 12 rimbalzi e 2 assist) unico dei Knicks a salvarsi le due squadre giocano un ultimo quarto assolutamente a senso unico, con Brooklyn che vendica la precedente sconfitta in casa vincendo per 103-80, molto in ombra Bargnani che chiude con 5 punti, 2 rimbalzi e 2 assist.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here