Home Basket

Nba: i Knicks vincono il derby e si rilanciano

358

I New York Knicks vincono contro i Brooklyn Nets il match tra le grandi deluse di questo inizio stagione. Con un terzo quarto devastante tirando col 62 percento da tre, New York porta a casa una partita interrompendo a nove la striscia di sconfitte consecutive da parte dei blu-arancio. A Brooklyn ancora priva di Deron Williams e Paul Pierce non bastano le ottime prove di Joe Johnson e Brook Lopez, e complice lo scarso contributo della panchina portano a quattordici le sconfitte stagionali.

New York Knicks – Brooklyn Nets
Risultato finale: 113-83
Knicks: Anthony 19 pts, Anthony 10 rim, Anthony 6 ast.
Nets: Lopez 24 pts, Lopez 9 rim, Blatche 3 ast.

L’inizio è tutto per Andrea Bargnani che prima schiaccia dopo essersi liberato di Garnett, e poi produce due punti con tiro libero aggiuntivo per il fallo di Brook Lopez. Con 4/5 dalla zona perimetrale, New York prova a scappare finendo il primo quarto in vantaggio per 29-23. Uscendo dal time-out le due squadre provano a far girare più velocemente la palla schierando i quintetti bassi, ma è ancora la precisione dal perimetro l’arma in più di New York che riuscendo ad essere impeccabile in attacco va negli spogliatoi sul punteggio di 50-43, con Brooklyn che rimane a contatto con le giocate di Lopez e una maggiore attenzione a rimbalzo. Dopo l’intervallo Brooklyn tenta la rimonta coinvolgendo ancora di più Brook Lopez nella zona pitturata, ma è tutto inutile, con le triple di Shumpert e un redivivo Stoudamire sotto canestro, New York scappa finendo il quarto sul +25. Nell’ultima frazione complice il nervosismo e la frustrazione, Brooklyn non riesce a reagire, e per New York è una semplice formalità portare a casa una vittoria importante soprattutto per il morale. Ottima prova di Andrea Bargnani (16 punti, 3 assist e 3 stoppate) forse la migliore da quando veste la maglia dei Knicks, in difesa ha saputo limitare un cliente scomodo come Lopez, mentre in attacco ha fatto soffrire la difesa dei Nets con il suo tiro dalla media e la sua maggiore velocità rispetto ai lunghi avversari, peccato per la lite con Kevin Garnett avvenuta nell’ultimo quarto che gli costa il secondo tecnico e quindi l’espulsione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here