Home Basket

Nba: Miami spazza via San Antonio, 12 per Belinelli

264
CONDIVIDI

Miami domina il match che lo scorso Giugno decideva le finali 2013 dei playoff con una impeccabile prestazione di Chris Bosh e la solita tripla doppia sfiorata da Lebron James. San Antonio paga le numerose assenze (Leonard, Splitter e Green) e una serata incolore da parte di Manu Ginobili.

San Antonio Spurs – Miami Heat
Risultato finale:101-113
Spurs: Duncan 23 pts, Baynes 6 reb, Parker 7 ast.
Heat: Bosh 24 pts, James 7 reb, Chalmers 7 ast.

Parte a razzo Miami con una buona circolazione di palla, e coach Popovich è costretto a chiamare time-out dopo solo due minuti. Le difese sono molto preoccupate dei tiratori esterni favorendo le penetrazioni di Mario Chalmers da una parte e di Tony Parker dall’altra. Percentuali al tiro alte per tutte e due le squadre che finiscono il primo quarto sul punteggio di 34-26 per i padroni di casa dei Miami Heat. San Antonio nonostante le assenze riesce a stare in partita salendo d’intensità in difesa, cosi si va negli spogliatoi sul 58-50 per Miami, con Chris Bosh e Lebron James migliori marcatori per i campioni in carica con 12 punti mentre dall’altra parte Tim Duncan è il migliore dei suoi con 17 punti. Nel terzo periodo Bosh continua a far male dalla media distanza e Miami scappa toccando anche il +27, gli Spurs con gli uomini contati e la mano fredda al tiro di Ginobili (chiuderà con 1/7 dal campo) non riescono a rimontare e l’ultimo periodo si trasforma in un “garbage time” utile solo alle riserve per mettersi in mostra, Miami ottiene una vittoria schiacciante contro i vice-campioni di San Antonio centrando la terza vittoria consecutiva. 12 punti con 3 rimbalzi e 3 assist in 31′ per Marco Belinelli che bene si è comportato anche nella propria metà-campo contro clienti scomodi come James e Wade.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here