Con la partita vinta in casa dei Los Angeles Clippers gli Indiana Pacers iniziano una serie di insidiose gare tra le squadre della Western Conference. Quella contro i Clippers è stata una partita molto fisica dominata da Indiana a rimbalzo e affidandosi in attacco alle giocate di Paul George e David West.

Indiana Pacers – Los Angeles Clippers
Risultato finale: 105-100
Pacers: George 27 pts, West 12 rim, Hill 6 ast.
Clippers: Crawford 20 pts, Griffin 12 rim, Paul 10 ast.

I padroni di casa iniziano con la solita classe di Paul venendo però intimoriti dalla presenza sotto canestro di Roy Hibbert (miglior stoppatore della lega), Indiana lavora bene in difesa e chiude il primo quarto sul punteggio di 29-22 con 13/26 di tiri dal campo. Nel secondo quarto, con l’ingresso in campo delle seconde linee, i Pacers entrano un po in confusione, con Stephenson (Pacers) autore, si di grandi giocate, ma spesso disordinato nella gestione della palla. I Clippers allora ne approfittano riducendo lo scarto, e andando negli spogliatoi sul punteggio di 53-47 per Indiana. Inizio di secondo tempo molto fisico per le due squadre con gli arbitri che hanno il loro bel da fare per tenere calmi gli animi, George (Pacers) è immarcabile e firma con una tripla dall’angolo il +10 con 5 ‘ di terzo quarto da giocare, ottimo anche David West (Pacers) che comincia un duello personale con Blake Griffin (Clippers) battendolo spesso dal post. I Pacers iniziano l’ultimo quarto in vantaggio col punteggio di 84-74, ma complice l’anemia al tiro dei suoi giocatori (George sbaglia 8/8 tiri effettuati nel quarto quarto) e due giocate da top ten di Jawal Crawford, Los Angeles torna sotto negli ultimi minuti non riuscendo a trovare la rimonta finale, per i troppi possessi mal giocati e la grande capacità al rimbalzo dimostrata da Indiana in questo match.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here