CONDIVIDI

Sesta vittoria consecutiva per Portland, che con tre giocatori oltre i venti punti (Aldridge, Lillard e Batum) passa in casa dei Toronto Raptors a cui non sono bastati i 30 punti e 10 rimbalzi di Rudy Gay.Guidati da Zach Randolph i Memphis Grizzlies ottengono la loro seconda vittoria in trasferta contro i Sacramento Kings. Soltanto 6′ per Gigi Datome nella sconfitta dei Detroit Pistons in casa dei Los Angeles Lakers di un ottimo Jordan Hill (24 punti e 17 rimbalzi in 37′).

 

Portland Trail Blazers – Toronto Raptors
Risultato finale: 118-110
Blazers: Aldridge 25 pts, Aldridge 11 rim, Lillard 8 ast.
Raptors: Gay 30 pts, Gay 10 rim, Lowry 10 ast.

 

Partita dominata per buona parte da Portland, con Lillard capace di mettere 8 punti consecutivi all’inizio dell’ultimo quarto, e portare la squadra anche sul +16. Toronto però reagisce, e con Rudy Gay e DeMar DeRozan riesce a trovare un’insperata rimonta e portare il match all’overtime. Psicologicamente Portland accusa il colpo e nei primi minuti di overtime perde banalmente diversi palloni, ci pensa ancora Lillard e un ottimo Batum dalla linea dei tre punti a firmare la sesta vittoria consecutiva per i Blazers.

 

Memphis Grizzlies – Sacramento Kings
Risultato finale: 97-86
Grizzlies: Randolph 22 pts, Randolph 10 rim, Conley 9 ast.
Kings: Outlaw 18 pts, Outlaw 6 rim, Salmons 5 ast.

 

I Grizzlies alla loro seconda vittoria in trasferta, si fanno rimontare nel terzo periodo da dei Sacramento Kings fino a quel momento anemici in attacco con solo il 32% dal campo. Dopo aver toccato anche i 20 punti di svantaggio, i Kings iniziano la rimonta con una grande prova di tutta la panchina con Travis Outlaw in grado di produrre 11 punti nel terzo quarto. Quando i Kings sono a soli tre punti dal pareggio i Grizzlies si risvegliano, e con Marc Gasol straordinario nel servire i compagni ,riescono ad accumulare un notevole vantaggio, riuscendo a vincere una partita che si era complicata enormemente.

 

Detroit Pistons – Los Angeles Lakers
Risultato finale: 99-114
Pistons: Jennings 23 pts, Drummond 13 rim, Jennings 14 ast.
Lakers: Hill 24 pts, Hill 17 rim, Blake 16 ast.

 

I Pistons sono ancora in fase di costruzione e contro i Lakers sono emersi ancora tutti i limiti sia offensivi che difensivi della squadra di Detroit. I Pistons tentano di rimanere in partita grazie alla fisicità di Drummond e Smith, ma la panchina dei Lakers è la migliore nella Nba per punti segnati e lo dimostra anche in questo match riducendo lo svantaggio di 9 punti accumulato nel secondo periodo, e portandosi in vantaggio grazie alle giocate di Nick Young. Nell’ultimo quarto Detroit non segna per 4 minuti, colpa anche delle poche rotazioni fatte da coach Cheecks, e Los Angeles ne approfitta trovando una buona circolazione di palla e tiri dalla linea perimetrale. Nick Young e Jordan Hill dominano gli ultimi minuti e la squadra di Mike D’Antoni vince la partita.