CONDIVIDI

San Antonio con un surreale 78,5% al tiro nel primo tempo vince in casa di Miami portandosi 2-1 nella serie. Malgrado la prova incolore di Tony Parker San Antonio trova in Kawhi Leonard il trascinatore della squadra con i suoi 29 punti. Per Miami si tratta della prima sconfitta casalinga dopo 11 vittorie di fila nei playoff.

San Antonio Spurs – Miami Heat (serie 2-1)
Risultato finale: 111-92
Spurs: Leonard 29 pts, Duncan 6 reb, Parker 4 ast.
Heat: James 22 pts, James 5 reb, James 7 ast.

San Antonio nel primo tempo è semplicemente perfetta, trascinati da Leonard (29 punti, 4 rimbalzi 2 assist) gli Spurs sembrano non sbagliare mai e solo il solito Lebron James mantiene a galla Miami che a fine primo tempo si trova in svantaggio 50-71 nonostante abbia tirato col 58% dal campo. Usciti dagli spogliatoi gli Heat si scatenano difendendo con più grinta e trovando in Dwyane Wade (22 punti, 4 rimbalzi e 2 assist) il primo terminale offensivo arrivando al -7 di svantaggio prima della decisiva tripla di Marco Belinelli che rispedisce i padroni di casa sul -10. L’ultimo quarto si apre con San Antonio avanti di 11 ma con tanta fatica nelle gambe, Miami sembra poter tentare la rimonta, Leonard e Ginobili (4/8 dal campo) però trovano in un modo o nell’altro il canestro chiudendo il match riprendendosi il fattore campo. Per Belinelli soltanto 6′ ma la soddisfazione di aver messo forse la tripla decisiva per mantenere lontani gli indemoniati Miami Heat.