CONDIVIDI

Al termine di una emozionante gara 6 San Antonio si aggiudica il titolo di campione della Western Conference battendo all’overtime Oklahoma e raggiungendo i Miami Heat alle finals Nba. Si ripropone quindi la finale della passata stagione ma con un protagonista in più, il nostro Marco Belinelli primo italiano nella storia a disputare le finali per il titolo.

San Antonio Spurs – Oklahoma City Thunder (serie 4-2)
Risultato finale: 112-107
Spurs: Diaw 26 pts, Duncan 15 reb, Ginobili 5 ast.
Thunder: Westbrook 34 pts, Durant 14 reb, Westbrook 8 ast.

I padroni di casa tentano sin dai primi minuti di prendere il largo e complice una San Antonio abbastanza fredda al tiro si portano sul +7 alla fine del primo quarto. Gli Spurs nonostante la prematura uscita dal campo di Tony Parker (problema alla caviglia sinistra) non si scoraggiano e con l’ingresso in campo di un ispirato Boris Diaw (26 punti, 4 rimbalzi e 2 assist) passano in vantaggio toccando il +10 alla fine del terzo quarto. Oklahoma spinta da Westbrook (34 punti, 7 rimbalzi e 8 assist) e Durant (31 punti, 14 rimbalzi e 2 assist) si rifa sotto trovando dalla lunetta il pareggio che porta le due squadre all’overtime dopo l’errore su l’ultimo difficile tiro tentato da Manu Ginobili (15 punti, 6 rimbalzi e 5 assist). Si va all’overtime dove il protagonista assoluto diventa Tim Duncan (19 punti, 15 rimbalzi e 2 assist) che con i suoi 7 punti consecutivi regala la vittoria a San Antonio e la tanto attesa rivincita contro Miami. Per Marco Belinelli solo 3 punti in 6′ ma immensa è la gioia per l’approdo (primo italiano nella storia) alle finals Nba.