Home Anime

One Piece: il manga avrà un sequel dopo la conclusione della storia principale?

155

Sul numero 34 di Weekly Shonen Jump è apparsa un’intervista ad Eichiro Oda, noto mangaka creatore del celebre fumetto giapponese One Piece. L’autore ha parlato di vari argomenti, tra cui il suo rapporto con i manga moderni e il possibile destino della sua opera magna. Vediamo quali curiosità ha reso noto Odacchi (come viene affettuosamente chiamato dai fan) questa volta.

One Piece: il manga fu rifiutato due volte

Sembra incredibile, ma a dichiararlo è stato lo stesso Eichiro Oda: ‘One Piece fu rifiutato due volte prima che il primo capitolo venisse pubblicato. Personalmente non sento più il fardello di essere il numero uno di Jump. Sono solo felice che ci siano così tanti fan che leggono il magazine’. Oda ha aggiunto che di giorno in giorno si sforza per proporre ai suoi lettori una storia sempre più interessante

One Piece: ci sarà un sequel per il manga?

Eichiro Oda ha inoltre affermato di stare dando il meglio di sé, in quanto non è previsto un possibile sequel di One Piece, una volta conclusa la storia di Rubber e della sua ciurma. Non è un segreto, infatti, che Oda, concluso il suo lunghissimo fumetto (in serializzazione da oramai 21 anni), abbia intenzione di riposarsi e dedicarsi al massimo a qualche storia breve.

Troppi manga per i lettori di oggi

Riguardo il business odierno dei fumetti giapponesi, Eichiro Oda ha dichiarato: ‘Oggi i lettori hanno a disposizione un’offerta manga molto diversificata e si ritrovano a leggere manga diversi. Questo è un peccato, perché io ho stretto dei legami grazie a Dragon Ball‘. Oda ha una visione un po’ vintage del business, per lui i manga devono unire le persone ed inoltre riviste come Jump sono il trampolino di lancio per la nascita di tale passione nei fan, poiché esse sono lette anche da molti bambini. Oda ha inoltre specificato che nel caso in cui One Piece perderà appeal in futuro, cercherà di capire il problema, facendo le opportune ricerche.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here