Home Anime

One Piece – recensione: la saga di Romance Dawn

161
One Piece - recensione: la saga di Romance Dawn

One Piece nasce come manga scritto e disegnato da Eichiro Oda a partire dal 1997. Protagonista della storia è Monkey D. Rufy, un ragazzino che ha mangiato casualmente il frutto del diavolo Gum Gum. Tale frutto ha offerto a Rufy un potere derivante dalla gomma. Il suo corpo è divenuto elastico. Sogno di Rufy (ribattezzato Rubber per le sue nuove capacità) è quello di diventare re dei pirati. Per farlo, il ragazzo dovrà prima mettere su una ciurma e trovare il One Piece, mitico tesoro che il leggendario Gol D. Roger ha lasciato ai posteri.

‘Il mio tesoro? Prendetelo pure se volete, cercatelo! E’ un grandissimo tesoro! Chissà se qualcuno di voi ce la farà…’. Queste furono le ultime parole di Roger prima di venire giustiziato dalla marina militare. Ricchezza, fama e potere, quest’uomo conquistò tutto quello che ogni persona vorrebbe avere dalla vita, venendo considerato appunto il re dei pirati.

Tornando a Rubber, il nostro pirata in erba, abbandonato il villaggio di Foosha, passa qualche anno ad allenarsi presso il mare orientale. Tuttavia, il suo nuovo potere potrebbe creare inizialmente qualche problema ai suoi obiettivi: Rubber infatti non è in grado di di nuotare. I frutti dei mari, pur offrendo grandi poteri, pongono infatti questo grave limite a chi li ingerisce, facendoli affondare in acqua come pezzi di piombo.

Tuttavia, Rubber non  mostra grande attenzione a questo eventuale pericolo e si limita a seguire semplicemente i suoi sogni. I primi episodi di One Piece vedono il debutto di due villain particolari: la piratessa cicciona Alvida e il corrotto capitano della Marina, Morgan Mano d’ascia.

One Piece - recensioneOne Piece: arriva Alvida

Partiamo da Alvida, la prima vera nemica di Rubber. Si tratta di una donna grassa, dai lunghi capelli e la faccia piena di lentiggini. Una ragazza tutt’altro che attraente. E’ una donna spietata, abituata a schiavizzare la gente. Una delle sue vittime, è il povero Koby, ragazzo ingenuo e un po’ codardo che  costretto a lavorare da mozzo sulla nave della piratessa.

In verità, come lo steso Koby racconterà a Rubber, lui stesso era salito sulla nave in questione per puro errore, ma alle grinfie di Alvida difficilmente si sfugge. Sarà proprio Rubber a dare la forza al nuovo amico per fronteggiare la sua tiranna, la quale sarà sconfitta dal ragazzo di gomma.

One Piece: la minaccia di Morgan

Il secondo nemico che Rubber e Koby dovranno affrontare è Morgan Mano d’ascia. Come Alvida, egli appare nel primo volume del manga, precisamente nel capitolo 4. Morgan è un capitano di Marina, ma è un essere corrotto e assetato di potere. Grazie al ruolo di prestigio che ricopre, egli tiene in pugno gli abitanti di Sheltz Town.

Morgan rappresenta quella parte malata della Marina militare, un’istituzione che di norma dovrebbe battersi per proteggere gli innocenti dagli attacchi dei pirati. Egli, da questo punto di vista, non si discosta molto dal modo di agire di un corsaro. Morgan è un essere mostruoso, la cui mascella superiore è stata sostituita da una protesi d’acciaio, mentre il suo  braccio destro da un’ascia gigantesca, come del resto il suo soprannome fa intuire.

Rubber giunge a Sheltz Town intenzionato a conoscere Zoro Roronoa, descritto da molti come un feroce cacciatore di pirati. Sembra che Zoro, un potentissimo spadaccino, non abbia una buona reputazione come mercenario e vine spesso presentato come un demone senza scrupoli assetato di sangue. In verità, come scopriremo, le cose stanno diversamente.

Lo spadaccino è tenuto prigioniero presso il cortile della base della Marina. Rubber avrà presto un alterco con Morgan il quale, a causa del suo carattere ribelle e strafottente, ordinerà ai suoi sottoposti di ucciderlo. Vedendo che i proiettili non possono nulla contro il pirata, Morgan decide di occuparsene personalmente, ma Rubber è molto forte ed agile e nessun colpo del malvagio capitano di vascello riesce ad andare a segno.

Non dimentichiamo di precisare che Morgan è padre di un ragazzo, Hermeppo, il classico figlio di papà che approfitta dell’influenza del genitore per fare ciò che gli pare e piace senza rispetto verso il prossimo. Hermeppo è in verità un codardo, un vero buono a nulla senza l’ombra del paparino che lo protegga.

Tuttavia, il giovane riesce a prendere come ostaggio Koby, puntandogli una pistola alla tempia e minacciando Rubber di ucciderlo. Morgan approfitta della distrazione del nemico per attaccarlo di nuovo, ma Zoro, liberatosi dalla prigionia e rivelatosi essere in verità un guerriero nobile e valoroso, sconfigge Morgan senza troppe difficoltà.

one piece zoroSheltz Town è libera dalla minaccia del malvagio marine e Koby può invece pensare al suo sogno di arruolarsi nella Marina militare, giurando a sé stesso di lottare sempre nel nome della giustizia. Tuttavia, Rubber inizia ad istigarlo, minacciando il ragazzo di dire agli altri marine la verità sul suo passato e di come lavorasse al servizio di Alvida. La situazione degenera subito e i due vengono alle mani. In seguito, Koby capirà che il suo amico stava solo fingendo e di averlo fatto per il suo bene.

Rubber rimane un pirata, mentre Koby ha deciso di far parte di una realtà opposta e i due non possono più essere alleati. Tuttavia, la loro amicizia rimarrà per sempre. Con Rubber che ha assoldato Zoro come primo membro della sua ciurma e Koby che inizia a muovere i primi passi come marine, si può dare ufficialmente il via alla vera storia di One Piece!

Considerazioni personali

One Piece è probabilmente una delle storie fantasy meglio riuscite degli ultimi decenni. La serie TV inizia col botto e già dalle prima battute si comprende come questo sarà un lungo racconto all’insegna dell’avventura, dell’azione e del divertimento. Rubber per la sua forza, per la sua fame infinita e per la sua (apparente) superficialità non può non ricordare personaggi come Goku. Ce la farà a diventare successore di Gol D. Roger e di conseguenza re dei pirati? La risposta la sapremo solamente continuando il cartone animato che, dopo ben 19 anni, è ancora in corso di produzione! E fidatevi: la storia è ben lungi dall’essere terminata!

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

RASSEGNA PANORAMICA
One Piece - recensione
Articolo precedenteAquaman, il trailer arriverà al Comic-Con di San Diego
Articolo successivoIniziate le riprese di IT: Capitolo Due, ecco una foto di James McAvoy

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here