CONDIVIDI

Tra poche ore, ossia nella notte tra sabato 28 marzo e domenica 29 marzo, in Italia tornerà l’ora legale. Ciò significa che, intorno alle ore 2.00, bisognerà spostare le lancette degli orologi avanti di un’ora. Il nostro corpo e la nostra psiche non sono immuni a questi cambi dell’ora, e ne subiscono le conseguenze sperimentando alcuni effetti collaterali piuttosto noti.

Secondo gli esperti dell’Università La Sapienza di Roma, saranno ben 9 milioni gli italiani – il 15% circa – che, a causa del ritorno dell’ora legale, si sentiranno particolarmente affaticati e nervosi, e tanti saranno anche coloro i quali soffriranno di cefalee, sbalzi d’umore, inappetenza e disturbi del sonno. A causare tutto questo, oltre a un cambio repentino dei ritmi a cui il nostro fisico è abituato, è anche l’ora di luce in più, che può rendere difficoltoso addormentarsi e stravolgere il ciclo sonno-veglia.

Non è raro che questo accada. Come riporta Adnkronos, lo psichiatra Michele Cucchi ha spiegato che esistono alcune persone particolarmente sensibili a questi cambi di orario. Anche moltissimi bambini  – almeno 2 su 3 – sperimenteranno sul proprio corpo le conseguenze di questo cambiamento.

Ma come si può fare per ridurre al minimo gli effetti negativi che l’arrivo dell’ora legale esercita sul nostro stato psico-fisico? Gli esperti innanzitutto consigliano di non sfruttare subito l’ora di luce in più, cercando, almeno nei primi giorni dopo il cambio, di mantenere gli stessi ritmi di prima, in modo tale che il corpo possa abituarsi gradualmente.

In secondo luogo, bisognerebbe prestare attenzione all’alimentazione, preferendo una dieta adeguata, composta da cibi sani e leggeri, mentre andrebbero aboliti categoricamente gli spuntini notturni, che possono causare problemi nel prendere sonno e riposare bene. Da evitare anche le bevande alcoliche ed il caffé, nemici del buon riposo, che andrebbero sostituiti con una tisana rilassante da bere prima di andare a  letto. È anche importante svolgere una moderata ma costante attività fisica, come una bella camminata all’aria aperta, benefica per il corpo e per la mente.