Home Salute

Peperoncino piccante contro infarto e obesità

1882
peperoncino piccante

Coltivato in Messico e in Perù fin dall’antichità, il peperoncino piccante è stato importato in Europa da Cristoforo Colombo, dopo il suo secondo viaggio nelle Americhe. Nel nostro continente, questa squisita spezia ha trovato subito larga diffusione ed è entrata ben presto a far parte della tradizione gastronomica europea, nella quale è tutt’ora fortemente presente.

Oltre ad essere un ottimo ingrediente in cucina, da mangiare intero o da utilizzare in polvere come insaporitore di carni o ancora sottoforma di salsa, il peperoncino piccante è ricco di vitamina C, notoriamente un’ottima alleata per il nostro sistema immunitario, e di sostanze antiossidanti, che difendono le cellule dall’attacco dei radicali liberi.

Ciò che rende il peperoncino piccante particolarmente benefico per la salute è il suo principio attivo, la capsaicina (o capseicina), responsabile della sua piccantezza ma anche di alcune sue importanti proprietà. Tra queste, troviamo l’abbassamento del rischio di malattie cardiovascolari: la capsaicina, infatti, inibendo l’azione di un gene responsabile della contrazione delle arterie, favorirebbe il flusso sanguigno e allontanerebbe anche il colesterolo cattivo nel sangue.

E’ proprio tale potere vasodilatatore a far sì che il peperoncino piccante sia da sempre considerato anche un afrodisiaco naturale, poiché un aumento del flusso sanguigno nei genitali favorirebbe l’erezione maschile e aiuterebbe a mantenerla. La vitamina E in esso contenuta, inoltre, avrebbe la capacità di aumentare il desiderio sessuale, sia nelle donne sia negli uomini.

Infine, il peperoncino piccante è anche un buon alleato per chi vuole dimagrire. A scoprirlo è stato un recente studio della University of Wyoming che, attraverso un esperimento in laboratorio su un gruppo di topi, è giunto alla conclusione che la capseicina stimola il metabolismo e induce il corpo a bruciare grassi, proprio come accade quando svolgiamo dell’attività fisica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here