Home Cronaca

Prete ucciso in Calabria, arrestato romeno di 26 anni

86

E’ durato tutta la notte l’interrogatorio a Nelus Dudu, il 26enne di origini romene sospettato di essere l’assassino di don Lazzaro Longobardi, il prete ucciso nelle prime ore del mattino di domenica 2 marzo. Il parroco 69enne di Sibari, frazione di Cassano allo Ionio, in provincia di Cosenza, era stato ritrovato, riverso a terra in una pozza di sangue e con il cranio fracassato, da una fedele che si stava recando in chiesa per fare le pulizie. Ad ucciderlo, un colpo alla nuca, inferto con una spranga ritrovata vicino al suo corpo privo di vita.

Dopo un lungo interrogatorio, i carabinieri sono giunti alla conclusione che ad aggredire don Lazzaro sia stato Nelus Dudu, colpendolo alla testa dopo averlo aspettato nel cortile vicino alla chiesa. Tra i due non c’erano rapporti di amicizia e si pensa che il giovane romeno, dopo che mesi fa era stato scoperto a rubare denaro dalle offerte dei fedeli, abbia covato odio nei confronti del prete e abbia deciso di ucciderlo per vendicarsi. Dudu è accusato di estorsione ed omicidio mentre due suoi amici e connazionali sono stati denunciati con l’accusa di favoreggiamento.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here