Francia, 1630. Il giovane D’Artagnan viaggia col padre verso Parigi. Chiederanno di poter parlare col Re per protestare contro l’oppressione fiscale che grava su contadini e proprietari terrieri. I due si fermano a riposare presso una locanda ma, mentre il giovane sistema i cavalli nella stalla, il luogo viene preso d’assalto da un gruppo di banditi. Ne nasce una lotta a fil di spada nella quale il padre di D’Artagnan rimane ucciso. Quando il figlio lo soccorre, l’uomo ha giusto la forza di pronunciare il nome del responsabile: Athos, dei moschettieri del re. Il giovane D’Artagnan giura allora di raggiungere Parigi e vendicare la morte del padre sfidando a duello quello che ritiene esserne l’assassino.

Questo The Musketeers è per me una sorpresa assoluta. Prodotta da BBC- One e BBC America, la serie riprende protagonisti e vicende del celebre romanzo d’appendice scritto da Alexandre Dumas e conosciuto da noi come I tre moschettieri.

In questo riuscitissimo pilot, BBC mostra una volta di più di avere i mezzi necessari per dar vita a serie di ottimo livello. I tre moschettieri, Athos, Porthos e Aramis, sono interpretati rispettivamente da Tom Burke, Howard Charles e Santiago Cabrera mentre il ruolo del giovane D’Artagnan è stato affidato a Luke Pasqualino. L’episodio scorre velocemente, ha un buon ritmo e la Francia del 600′ è ricreata fedelmente. La caratterizzazione dei tre moschettieri ricalca fedelmente quella dei personaggi di Dumas, lo stesso dicasi per D’Artagnan, impulsivo e coraggioso al limite dell’imprudenza. I quattro protagonisti si muovono bene sulla scena e danno vita anche a dei divertenti siparietti che non stonano con una trama principale dai contorni loschi e oscuri.

Venendo alla ragione che mi ha spinto a dare una chance immediata a questo pilot, un ruolo di primo piano è stato assegnato a Peter Capaldi, che dal 2014 sarà il dodicesimo (o sarebbe meglio dire tredicesimo) dottore della serie Doctor Who.

Peter Capaldi interpreta il cardinale Richelieu: un ruolo delicato e di primo piano, che il buon Capaldi interpreta in questo pilot con una prova senza infamia e senza lode. Il cardinale sarà un personaggio che con molta probabilità emergerà un po’ alla volta, ma sembra comunque calzare addosso perfettamente al nuovo dottore.

The Musketeers
Peter Capaldi nel ruolo del Cardinale Richelieu

Il pilot ha un buon ritmo, come detto, e le scene d’azione si susseguono con i tre moschettieri e D’Artagnan che cercano di venire a capo del mistero che vede al centro Athos. Gli scontri sono tutti resi a dovere, anche se non mancano alcuni cliché (come la dama che un attimo prima trema di fronte al pericolo, quello successivo prende in mano un’arma da fuoco e salva la vita al protagonista). A Capaldi e a Maimie McCoy (Milady de Winter) sono affidate le scene più cupe e riflessive, avvalorate da una buona regia che riesce a ricreare atmosfere adeguate.

The Musketeers - Cast Promotional Photos (13)_595_slogo
Malmie McCoy è la misteriosa Milady De Winter

La serie sorprende e intrattiene. Pur trattandosi di una trasposizione, le scelte degli sceneggiatori sembrano improntate verso una libera rielaborazione delle vicende dei moschettieri: lo stesso primo incontro fra D’Artagnan e i tre moschettieri è diverso rispetto a quanto narrato da Dumas. Questo, a patto di non snaturare il contesto, può essere senz’altro un punto a favore della serie.

In prospettiva di una seconda stagione, lo showrunner Jessica Pope ha parlato della necessità di pianificare a dovere la cosa, per evitare che la produzione di The Musketeers si sovrapponga a quella di Doctor Who, causando problemi a Peter Capaldi. Le preoccupazioni sembrano indicare la volontà della produzione di investire in questa serie e portarla avanti nel tempo.

Quello che è certo e che al momento sono previsti dieci episodi, il terzo dei quali andrà in onda Domenica 2 Febbraio 2014. Nulla si sa al riguardo di una eventuale trasmissione italiana.

Voto da 1 a 5: 3,5

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here