Home Tech

RepAir: la maglietta con il “sogno” di pulire il mondo

41

Si chiama RepAir, ed è un altro di quei progetti che si propone di essere rivoluzionario: di rivoluzionario c’è il fine ultimo di carattere ambientale; assai aiutare a rendere il mondo più pulito.

Ma cos’è? Si tratta di una maglietta, dalla struttura molto particolare, il cui tessuto sarebbe in grado di eliminare le sostanze tossiche dall’aria, intrappolando l’inquinamento. Sembra una delle tante bufale circolanti in rete e in effetti il fine è troppo ambizioso, per non dire surreale.

Però l’idea ha portato alla sperimentazione di un progetto, tutto italiano, a cura della Kloters: la ditta tramite una raccolta fondi su Kickstarter è riuscita a ottenere la quasi totalità del finanziamento necessario alla realizzazione.

Il segreto stando a quanto riportano i fondatori di Kloters, Federico Suria, Marco Lo Greco e Silvio Perucca, sta nel tessuto che la compone: un materiale ingrato di assorbire e disgregare le molecole inquinanti che si disperdono nell’atmosfera, il cui nome è appunto “The Breath”, ovvero respiro.

Il tessuto è situato in un’apposita tasca della maglietta, ed è progettato per raccogliere sostanze come NOx, SOx, composti organici volatili, ozono, idrocarburi policiclici aromatici, benzene, ripulendo le particelle con delle sostanze antibatteriche.

Un secondo strato interno, invece è composto di nanomolecole in grado di assorbire le sostanze e intrappolarle, neutralizzando poi le molecole organiche che causano cattivi odori.

I test sono stati condotti dall’Università Politecnica delle Marche, e hanno dimostrato come il materiale di cui è composta la maglietta RepAir, siano in grado di assorbire il 97% dei composti organici volatili, il 92% del biossido di zolfo e l’86% dell’ossido di azoto.

In questo modo sarebbe possibile trasformare la moda e gli atti di uso quotidiani in un mezzo per aumentare la sostenibilità ambientale, elaborando nuove soluzioni al problema dell’inquinamento, sfruttando il look, il design e la bellezza, riducendo la produzione di rifiuti.

“Una sola t-shirt può non riuscire a salvare il mondo, ma molte t-shirt sì”; questo è lo slogan di un esperimento ambizioso e probabilmente irrealizzabile, ma lodiamo l’iniziativa e gli eventuali tentativi di far crescere la consapevolezza di un mondo nuovo.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here