CONDIVIDI

Ci sono molte funzionalità avanzate di Google che la maggior parte degli utenti della rete non conosce. Alcune fra queste ci consentono di migliorare e perfezionare le nostre ricerche ottenendo risultati sempre più pertinenti e accurati. Spicca fra tutte la Ricerca inversa delle immagini. Se non si ha familiarità con il termine, la Ricerca inversa delle immagini è una tecnica avanzata che utilizza un’immagine come campione per ricercare e ottenere risultati in base al suo contenuto: colori, forme, texture, metadati e altro.

Perché utilizzare la Ricerca inversa delle immagini

Eseguire una Ricerca inversa delle immagini può essere utile in molte situazioni:

  • Scoprire la fonte originale di un’immagine.
  • Scoprire la data approssimativa in cui un’immagine è stata creata o la sua prima apparizione sulla rete.
  • Trovare l’autore di una fotografia.
  • Controllare se qualcuno ha utilizzato delle  immagini di nostra proprietà senza permesso.
  • Scoprire le versioni ritoccate di un’immagine.
  • In tutti questi casi, una semplice ricerca può evitare di farci incorrere in problemi di violazione del copyright.

Come si usa la Ricerca inversa delle immagini?

Utilizzare la funzione di Ricerca inversa delle immagini di Google è molto semplice. Basta collegarsi al sito https://images.google.it/ o fare clic in alto a destra sulla voce Immagini su qualsiasi pagina del motore di ricerca, e cliccare sull’icona della fotocamera presente nella casella di ricerca.

Ricerca inversa delle immagini

Una volta cliccato avrete due opzioni: inserire l’URL (link diretto) di un’immagine presente su internet (per prelevare l’URL cliccare sull’immagine con il tasto destro del mouse e poi cliccare su Copia l’indirizzo dell’immagine), o caricarne una dal proprio computer.

ricerca per immagini google

Poniamo il caso che vogliate verificare quali siti utilizzano questa immagine del gattino trovata su Google. Copiamo l’indirizzo cliccando con il tasto destro del mouse.

copiare l'url di una immagine

Lo incolliamo sul motore di ricerca https://images.google.it/ e clicchiamo il pulsante Ricerca tramite immagine.

immagine inversa google

Otterremo l’elenco dei siti che utilizzano la stessa immagine.

cercare immagini simili gogole

È inoltre possibile installare le estensioni per Chrome o Firefox che consentono di ricercare qualsiasi immagine sul web semplicemente cliccando su di essa.

Ricerca inversa delle immagini da Android e iOS

Nonostante sia una funzione molto apprezzata, la Ricerca inversa delle immagini non ha ottenuto un’implementazione ufficiale per poter essere utilizzata anche da smartphone. Per risolvere questo inconveniente, il team di Ctrlq.org ha progettato un sito web che consente di utilizzare la ricerca inversa anche da cellulare.

Quindi tutto quello che dovete fare è andare su ctrlq.org/google/images dal proprio dispositivo mobile (funziona con Android e iOS), e premere il pulsante “Seleziona immagine”, scegliere l’immagine desiderata e infine fare clic sul tasto “ricerca inversa”. I risultati verranno visualizzati in una nuova scheda del browser.

TinEye: una valida alternativa

Prima che Google introducesse la funzione per la Ricerca inversa delle immagini, esisteva TinEye, un sito web per la ricerca di immagini molto avanzato. Se non si vogliono caricare le proprie immagini sui server di Google è possibile utilizzare questo ottimo servizio. Il suo utilizzo è molto semplice. TinEye offre strumenti avanzati e la possibilità di installare estensioni per Chrome, Firefox, Safari, Internet Explorer e Opera.