Home Cronaca

Roma, 33enne ucciso con un cacciavite in pieno centro

104

Atroce delitto nel quartiere Gianicolo a Roma. La scorsa notte, intorno alle ore 2, un uomo è stato brutalmente ucciso in via San Pietro in Montorio. Si tratta di un italiano di 33 anni, Claudio Macro, colpito al petto con un cacciavite lungo all’incirca 30 centimentri. L’assassino è White Klifford Joseph, un cittadino indiano di 57 anni che è stato subito arrestato con l’accusa di omicidio volontario dai carabinieri del Nucleo operativo di Trastevere.

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, Macro e suo fratello di 36 anni stavano ascoltando della musica all’interno di un’automobile parcheggiata vicina alla roulette nella quale viveva l’indiano. Infastidito dall’alto volume dello stereo che gli impediva di prendere sonno, l’aggressore ha perso la testa e, dopo aver impugnato un cacciavite, è uscito dalla sua roulotte e si è diretto verso la macchina.

Tra i tre sarebbe scoppiata una furiosa lite, culminata con la morte del più giovane dei due fratelli, pugnalato al petto con due colpi di cacciavite che lo hanno ferito mortalmente, procurandogli una grave perforazione di un polmone. La disperata corsa in ospedale e l’intervento del personale medico non sono bastati per salvargli la vita.

JustNews.it è in vendita. Per informazioni [email protected]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here