Home Tech

Russia 2018: Alcune semplici regole per configurare al meglio la vostra Tv

31
Russia 2018

I Mondiali 2018 di Russia aprono ufficialmente le danze oggi, raccogliendo le migliaia di appassionati al cosiddetto “gioco più bello del mondo”, che per il prossimo mese, sogneranno, esulteranno e si struggeranno per le vicende agonistiche dei propri paladini.

L’aspetto più straniante è che l’Italia, quattro volte campione del mondo, non sarà presente alla grande festa, dopo ben 60 anni. Uno sconvolgimento vero per milioni di tifosi che ora, superata la fase “traumatica” dell’espulsione, si troveranno davanti allo schermo a condividere le gioie e le paure di altri, dal 14 giugno al 15 luglio.

Il fattore dell’esclusione si è fatto notare in maniera chiara nelle diverse fasi di copertura mediatica, da parte dei media nazionali i quali, non essendo direttamente coinvolti, non hanno dato lo stesso spazio di diffusione e pubblicità ai limiti della schizofrenia, che contraddistingue il sostegno alla nazionale di calcio.

Ciononostante saranno tanti gli appassionati che avranno il piacere di godersi un mese di grande calcio, sfruttando le migliori offerte disponibili sui vari canali a pagamento.

La cosa più importante da fare per molti però è quella di configurare la propria tv, per fruire al meglio della qualità delle immagini e del suono, attraverso una buona conoscenza della  nomenclatura tecnica, presente nel menù di configurazione, diverso per ogni apparecchio televisivo.

Il problema della configurazione rimanda al secondo lavoro, relativo ai differenti pannelli d’illuminazione del televisore. E’ un dato di fatto che ormai, molte aziende produttrici puntano sulla tecnologia del display Oled, grazie alla quale ogni pixel è in grado di auto-illuminarsi, senza il bisogno di un supporto esterno. Tutto questo comporta che, nella riproduzione del nero, i pixel rimangano spenti creando l’oscurità totale e generando un contrasto più nitido e una maggiore vivacità dei colori.

I pannelli Lcd richiedono ovviamente una retroilluminazione, e questo farà si che il nero non sarà mai concretamente nero: per quanto riguarda la visione di una partita di calcio, esistono anche delle mini guide interne, che spiegano come utilizzare la “modalità sport”, la quale si concentra su altri tipi di parametri fondamentali; fluidità delle immagini e precisione dei dettagli.

Eventuali difetti visivi possono verificarsi nella panoramica del campo: poiché lo sfondo è dato dal campo verde e i giocatori si muovono molto velocemente, capita che la videocamera si sposti anch’essa repentinamente, creando una serie di irregolarità nell’immagine.

Di solito questo problema dipende dalla qualità del televisore, la cui nitidezza determina scie dietro ai movimenti in campo; è possibile comunque impostare il tv, anche manualmente, usando dei test di regolazione come AVS HD 709, creato proprio dagli utenti del sito Avsforum.

Una precauzione importante, specie se la stanza è poco illuminata, è di configurare la luminosità del Tv, nelle stesse condizioni di utilizzo durante le partite dei Mondiali, disattivando se è necessario eventuali sistemi di local dimming, usato negli schermi led o lcd per controllare la retroillumizazione del pannello, filtrando una quantità di luce più bassa.

Seguite queste piccole accortezze e buona visione!

JustNews.it è in vendita. Per informazioni info@justnews.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here