Home Salute

Sentirsi annoiati rende creativi

1630
sentirsi annoiati

Un profondo senso di insoddisfazione, di tristezza e di fastidio, che deriva dalla mancanza di attività o dall’ozio o dallo svolgimento di un’attività che si reputa monotona, ovvero una situazione contraria a ciò che si desidererebbe fare, tanto che ciò che si sta facendo, o non facendo, appare vano e inutile. Ecco i tratti principali della noia, secondo la definizione data da una delle più importanti enciclopedie italiane. Nonostante la maggior parte delle persone consideri la noia una sensazione fortemente sgradevole, da combattere e da scacciare, c’è invece chi sostiene che il sentirsi annoiati possa avere un lato molto positivo.

È la ricercatrice britannica Sandi Mann, la quale ha condotto uno studio atto a dimostrare che sentirsi annoiati rende le persone più creative e fantasiose. Attraverso un esperimento, che ha coinvolto 80 volontari in età adulta, la studiosa è riuscita a dimostrare che coloro i quali erano stati invitati a svolgere un’attività estremamente noiosa, come copiare un elenco di numeri telefonici oppure leggere ripetutamente lo stesso testo, avevano partorito idee più originali relative all’utilizzo di due tazze di polistirene, rispetto ai volontari che, al contrario, erano stati impegnati in un’attività meno tediante.

Ciò che la Mann sostiene, e che è riportato all’interno dell’articolo pubblicato sulla rivista British Psychological Society, è che sentirsi annoiati stimolerebbe le persone a trovare soluzioni per divertirsi e per sfuggire dal tedio, e questo sarebbe un ottimo modo per sviluppare la propria creatività.

Da questo punto di vista, la noia sarebbe un aspetto molto importante nella vita delle persone: lasciare che gli apparecchi tecnologici, come gli smartphone e i tablet, occupino totalmente il nostro tempo libero ci impedisce di annoiarci e, di conseguenza, di  viaggiare con la fantasia e potenziare alcune nostre abilità intellettive. I genitori, in particolar modo, dovrebbero stare attenti che ciò non accada ai bambini, per i quali sentirsi annoiati è ancor più uno stimolo a essere fantasiosi, a inventare giochi nuovi e alternativi e a sviluppare il proprio lato creativo.