Sky e mediaset
Sky e mediaset

Dieci anni di battaglie legali e promozionali senza esclusione di colpi: Sky e Mediaset, le eterne rivali dichiarano “non ufficialmente” la pace. Una notizia incredibile che ha alimentato il dibattito, durante questo week-end pasquale, perché arriva dopo un periodo lunghissimo di scontri all’ultimo diritto di Champions league, nei quali i colossi della comunicazione non hanno risparmiato anche delle lunghe diatribe legali.

Ora che tutto si è concluso al meglio, comincia per i due giganti, una nuova epoca nella quale, lo scambio di accuse verrà convertito in scambio di contenuti.

Si comincia con la possibilità, entro l’estate, per gli abbonati a Sky di potere usufruire dell’offerta di nove canali aggiuntivi del pacchetto Mediaset Premium, sulla propria tv satellitare e senza costi aggiuntivi.

I canali messi a disposizione saranno quelli dedicati alle serie tv, come Premium Joi, Premium Stories, Premium Crime, ma per gli abbonati al pacchetto cinema, vi saranno a disposizione anche i rinomati Premium Cinema, Premium Cinema +24, Premium Cinema Comedy e tanti altri.

Dal canto suo anche Sky lancerà la sua nuova offerta di canali dedicati al digitale terrestre, sfruttando le frequenze concesse da Ei Towers; società proprietaria dell’infrastruttura necessaria alla trasmissione del segnale da parte del gruppo di Cologno Monzese.

Tra i canali disponibili, gli utenti potranno avere un’offerta di canali creati ad hoc, Sky e Fox, con la possibilità di includere  National Geografic, e  di alcuni sportivi ora esclusivi dell’offerta Sky sport.

Le motivazioni di questa fusione sono accompagnate da una lunga serie di percorsi che hanno visto la metamorfosi, del mezzo televisivo e del pubblico, sempre più eterogeneo e interattivo; ciononostante la tv in chiaro resta piattaforma più ampia sia per il consumo che per gli introiti pubblicitari. Da ciò è possibile desumere che la mossa di Mediaset, andrebbe letta secondo un obiettivo preciso: uscire dal suo isolamento privatistico e individualistico e riscoprire la sua vocazione originaria di editore. La prima mossa è avvenuta proprio oggi, con l’avvio del nuovo canale gratuito, 20: una piattaforma di contenuti vari, che vanno dal cinema, alle serie tv, fino allo sport. Una scelta strategica, che coincide con la diretta fra “Juventus e Real Madrid”, in programma proprio per l’inaugurazione ufficiale.

In sostanza viene a crearsi quella forse inevitabile fusione tra contenuti e identità televisive diverse, ma che ormai vanno a integrare più di 14mila titoli che, includono nella piattaforma di Murdoch, anche una vasta categoria delle proposte targate Medusa, Warner e Universalampliando un bacino di utenza trasversale tra utenti generici, ma anche nuovi e possibili investitori stranieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here